Maltempo e danni: Menesini chiede a Rossi il riconoscimento della rilevanza regionale

0
luca menesini

LUCCA – E’ stata inviata ieri, a firma del presidente della Provincia Luca Menesini, la lettera con la richiesta del riconoscimento di rilevanza regionale per gli eventi del maltempo dello scorso 5 e 6 novembre e della seconda ondata che ha colpito il territorio provinciale il 19 novembre scorso. Una richiesta a cui è allegato il report dei danni del primo evento in base alle segnalazioni dei Comuni che supera i 600mila euro di danni, mentre l’Ufficio provinciale della Protezione civile sta concludendo il censimento relativo al 19 novembre.

La missiva è stata inviata al governatore Enrico Rossi, all’assessore regionale alla protezione civile Federica Fratoni, e ai dirigenti regionali Giovanni Massini (difesa del suolo) e Riccardo Gaddi (Protezione civile).

Il riconoscimento di rilevanza regionale per le esondazioni e gli allagamenti citati consentirebbe ai Comuni del territorio e alla stessa Provincia di ottenere degli specifici finanziamenti per vedersi rimborsare i lavori di somma urgenza e poter finanziare gli interventi urgenti.

“Non si è trattato di un’alluvione come in passato – dichiara Nicola Boggi, consigliere provinciale con delega alla Protezione civile – ma il maltempo ha ‘picchiato duro’: sono state numerose le zone colpite soprattutto nella Piana di Lucca e in Valle del Serchio con fenomeni franosi, smottamenti, cadute di alberature e interruzioni di alcune viabilità comunali, provinciali e statali come nel caso della ss 12 del Brennero. Episodi che hanno creato situazioni di disagio alla popolazione, in gran parte fortunatamente risolte nel giro di alcuni giorni. Mi auguro che la Regione Toscana, valutando con attenzione il censimento danni, riconosca lo staso di rilevanza regionale degli eventi calamitosi attivando di conseguenza le procedure per l’erogazione di risorse specifiche”.

Tra i territori più colpiti quello di Porcari che ha subìto danni al reticolo idraulico sia nel fine settimana 5-6 novembre sia sabato 19 novembre, senza contare i danneggiamenti ad abitazioni private (Altopascio, Porcari e Piazza al Serchio) a causa degli allagamenti e del forte vento, nonché ai numerosi altri episodi, alcuni dei quali si sono aggravati con la seconda ondata di maltempo. Anche per questo la Provincia chiede alla Regione il riconoscimento dello stato di rilevanza regionale considerando gli episodi come un unico evento calamitoso.

Più nel dettaglio i Comuni più colpiti sono stati quelli di Bagni di Lucca, Camporgiano, Capannori, Careggine, Piazza al Serchio, Porcari, Sillano-Giuncugnano, Stazzema e Vagli di Sotto a cui si aggiungono anche i danni subiti dalla Provincia sulla viabilità di competenza. Il censimento danni (limitatamente al 5 e 6 novembre) stima oltre 407mila euro di interventi di somma urgenza già conclusi o in corso d’opera, a cui si aggiungono 195mila euro di interventi urgenti ancora da compiere.

No comments

2 × tre =