Gli offre la droga, lo tocca e gli sfila di tasca il cellulare: disavventura in Darsena per un giovane

1
6564751

VIAREGGIO – Un brutto episodio, quello accaduto a un giovane viareggino che ha raccontato la sua “avventura” a TGregione.it.  Il ragazzo si trovava con un amico davanti al Kebab in Darsena, in fondo a via Coppino, poco prima dell’incrocio con via Menini.  I due, spiega, si sarebbero dovuti dovuti incontrare con altri due giovani; “Non arrivavano e dopo aver aspettato circa 5 minuti, ho preso il cellulare per chiamarli, ma dopo non aver ricevuto risposta l’ho riposto in tasca”. Solo qualche attimo e uno straniero – “sicuramente nordafricano – precisa il ragazzo – gli si è avvicinato per offrirgli di comprare cocaina, o erba. “Mi riconosci?”, gli ha chiesto iniziando a toccarlo. “Ovviamente non l’avevo mai visto prima, e visto che non mi drogo ho rifiutato lo stupefacente – ha ggiunto il ragazzo – e l’ho allontanato. Toccandomi i pantaloni  mi sono accorto di non avere più il telefonino in tasca e ho iniziato ad urlare: ladro, ridammi il cellulare”. Lo straniero che si è dato alla fuga, cercando di scappare a piedi, è stato però bloccato davanti alla gelataria Emma. “Rendimi il telefono”, gli ha gridato, minacciando di chiamare i Carabinieri. Alché il ladro – spacciatore gli ha riconsegnato il maltolto chiedendogli persino scusa e dicendogli che era strafatto di cocaina. “E se al mio posto ci fosse stata una ragazza o una donna con un bambino? Che cosa sarebbe potuto succedere?  – si chiede la vittima della disavventura: “Sinceramente non oso pensarlo. Viareggio non è più una città sicura, non lo è più da anni ormai. Ma sembra che nessuno abbia intenzione di migliorarla”.

1 comment

Post a new comment

sedici + diciassette =