E’ Valter Alberici il nuovo Vice Sindaco di Viareggio

0
Valter Alberici

VIAREGGIO – E’ Valter Alberici il nuovo Vice Sindaco di Viareggio. E’ quanto emerso questa mattina dalla prima giunta di Giorgio Del Ghingaro bis, dopo la nomina, ieri, degli Assessori e la rinuncia all’incarico da parte di Rossella Martina.

Alberici, braccio destro da sempre del primo cittadino anche nei due mandati da Sindaco a Capannori, come Assessore ai Lavori Pubblici, al Turismo e alle Politiche Attive del Lavoro ha le deleghe a personale e relazioni sindacali, mobilità ed infrastrutture, lavori pubblici, turismo, porto e pesca,  progettazione europea per le strategie di sviluppo, cooperazione internazionale, promozione della città.

Una giunta, quella nominata ieri da Giorgio Del Ghingaro, come già scritto, che vede la riconferma di Sandra Mei, Laura Servetti, Maurizio Manzo e due new entry, Patrizia Lombardi e Federico Pierucci.

La nomina a Vice Sindaco per Valter Alberici, è stata ufficializzata questa mattina dal sindaco Giorgio Del Ghingaro, nel corso della prima seduta della giunta. Contestualmente la delega al turismo è passata dall’assessore Alberici all’assessore Lombardi.

Giunta Del Ghingaro bis

Giunta Del Ghingaro bis

«Giunta fatta, si riparte – ha commentato Giorgio Del Ghingaro -. Due o tre ritocchi alle partecipate e la squadra sarà pronta. Ci sarà chi è contento e chi lo sarà un po’ meno, ma importante per me è che si abbia cura ed attenzione per Viareggio e che si facciano gli interessi dei cittadini. Per far questo serve autonomia, serietà e voglia di lavorare. Sono certo che le donne e gli uomini che si sono impegnati in quest’avventura abbiano tutte queste caratteristiche».

Le nuove deleghe quindi sono:

Patrizia Lombardi, assessore allo Sviluppo Economico: commercio, industria, agricoltura, cooperazione, Piccole e Medie Imprese, artigianato, mercati, spettacoli viaggianti, turismo.

Valter Alberici, assessore ai Lavori Pubblici e alle Politiche Attive del Lavoro: personale e relazioni sindacali, mobilità ed infrastrutture, lavori pubblici, porto e pesca, progettazione europea per le strategie di sviluppo, cooperazione internazionale, promozione della città.

Sandra Mei, assessore al Welfare

Deleghe: economia solidale, sport, politiche sociali e sanitarie, politiche abitative, rapporto con il volontariato, tutela animali, tradizioni popolari, pari opportunità.

Maurizio Manzo, assessore alla Libertà Urbana

Deleghe: polizia municipale, cultura della legalità, cultura della pace, protezione civile.

Laura Servetti, assessore al Bilancio

Deleghe: tributi ed entrate, patrimonio pubblico, demanio, governance delle partecipate, controllo di gestione e qualità dei servizi, semplificazione amministrativa, URP.

 Federico Pierucci, assessore alla Rigenerazione Urbana

Deleghe: pianificazione urbanistica e del paesaggio, edilizia privata, assetto idrogeologico e politiche ambientali, politiche giovanili, processi partecipativi.

Al sindaco Del Ghingaro infine, la delega alla comunicazione e, ad interim, cultura, educazione e conoscenza, servizi socio educativi per l’infanzia, edilizia scolastica.

“Il Sindaco Del Ghingaro ha nominato la nuova Giunta. Dopo quattro mesi di commissariamento, era opportuno che il governo della città tornasse alla sua normalità fisiologica, anche se l’annunciato azzeramento della Giunta precedente lasciava pensare a un maggior tasso di innovazione”, questo il commento del Pd regionale e locale: “Il Partito Democratico continua a manifestare la sua disponibilità al dialogo e al confronto, a partire non dagli assetti ma dai problemi della città. Crediamo di avere radici e collegamenti che ci consentono di interpretarne i bisogni, capacità di elaborazione programmatica e persone in grado di dare un contributo importante alla gestione del governo cittadino. Se il confronto da noi auspicato porterà a un intesa con il Sindaco Del Ghingaro,  potremo dare un contributo utile a far uscire Viareggio e i viareggini dalle difficoltà in cui si dibattono. Perciò la nomina di Federico Pierucci, iscritto al PD fino al 2015, è una decisione di Del Ghingaro e personale dello stesso Pierucci e dunque non ci rappresenta in quanto, appunto, il percorso di confronto e di accordo con il PD è ancora da costruire. Nel frattempo noi continuiamo a impegnarci a sostenere il Sì al referendum e ci aspettiamo un contributo positivo alla campagna anche dal Del Ghingaro che nelle settimane scorse si è espresso per il Sì”.

“Esprimiamo soddisfazione sul fatto che Viareggio abbia di nuovo un sindaco ed una giunta comunale che possono tornare a lavorare nell’interesse della città. Si torna parlare ed a confrontarci quindi sui temi caldi come sicurezza, turismo e commercio in tutte le sue forme (a posto fisso e ambulante)”. E’ il direttore della Confesercenti Toscana Nord Marco Sbrana ad intervenire all’indomani della nomina della nuova giunta per riprendere il discorso interrotto con il commissariamenti. “Tante sono le problematiche che la nostra associazione aveva evidenziato alla passata amministrazione Del Ghingaro e soprattutto all’ex assessore al commercio – dice ancora Sbrana -. Assessore con il quale abbiamo sempre avuto un dialogo positivo ma che da oggi si occuperà di tutt’altre cose dal momento che le deleghe al commercio, ai mercati e al turismo  sono state assegnate a Patrizia Lombardi. E proprio il commercio ha bisogno di un profondo lavoro di riqualificazione, nel senso di ridare lustro alle aree tradizionalmente commerciali del centro come via Battisti, via Fratti, via Garibaldi, via San Martino, via Mazzini solo per citarne alcune. Riqualificazione per noi significa anche riorganizzazione del mercato di piazza Cavour con tutto ciò che ne consegue e cioè l’assegnazione dei negozi sotto le logge attraverso un bando, condiviso con le associazioni di categoria, che faccia chiarezza sulla natura commerciale e non speculativa delle strutture. E che – insiste il direttore – non permetta più, come nel recente passato, a qualche “operatore furbetto”, di “dimenticare di pagare” anni di affitto procurando un grave danno economico alle casse del Comune e  a tutta la collettività; operatori  giustamente cacciati, ma quel danno economico è stato recuperato?”. Riqualificazione del mercato che, secondo Confesercenti, significa anche manutenzione della piazza attraverso una ristrutturazione del piazzale e dei chioschi e la creazione di un marchio di qualità sui cui la Camera di commercio si era già espressa positivamente. Ancora Sbrana: “Operazione molto complessa che deve essere fatta in modo trasparente e con il consenso delle associazioni e delle categorie economiche che li vi operano. Noi abbiamo fiducia nel lavoro dell’amministrazione, anche se non  nascondiamo la nostra preoccupazione dal momento che la neo assessora Lombardi,  in diverse occasioni, non ha mai nascosto ”la sua idea di alleggerire” il numero dei  banchi per rendere la piazza meno affollata, soprattutto in via Battisti”. La conclusione: “Siamo disponibili a collaborare con tutti e quindi anche con l’assessora Lombardi, ribadendo come su tutta la questa partita che riguarda il rilancio del mercato e delle aree commerciali del centro continueremo ad essere  molto vigili convinti sulla necessità che le associazioni di categoria siano informate e coinvolte. Stesso discorso per il turismo che ha bisogno di maggiore promozione a cominciare dalle iniziative spesso poco pubblicizzate”.

 

No comments

14 − 6 =