Applausi per Tosca al Festival Puccini, con Paolo Nutini e Paul Potts tra il pubblico

0

TORRE DEL LAGO PUCCINI (di Antonella Criscuolo) – È stato davvero un successo la Tosca andata in scena ieri sera al Festival Puccini. L’opera, la cui regia quest’anno è firmata da Enrico Vanzina, ha convinto il pubblico con applausi a scena aperta. Merito del cast, del direttore – il Maestro Lorenzo Castriota Skanderbeg – e della magia, quella unica, che solo i luoghi del Maestro Giacomo Puccini sanno creare. Dimitra Theodossiou è stata una meravigliosa Tosca, affiancata da Alessandro Goldoni nel ruolo di Mario Cavaradossi e da Carlo Guelfi in quelli del perfido Barone Scarpia. A svolgere un ruolo fondamentale sono anche il Coro del Festival Puccini, diretto da Salvo Grò, e quello delle Voci Bianche, diretto da Viviana Apicella.

Nutini_Anto

Con Paolo Nutini

Ma è stata una serata davvero speciale anche per un altro motivo. Tra il pubblico del Festival c’erano degli ospiti davvero eccezionali, due grandi star della musica, conosciuti in tutto il mondo. Stiamo parlando di Paolo Nutini e Paul Potts. Il primo è uno dei più importanti e apprezzati cantautori presenti nel panorama musicale internazionale. Nonostante la giovane età ha al suo attivo enormi successi. Basti pensare che questo talento ha iniziato la sua carriera facendosi conoscere su Internet e che la sua bravura lo ha portato, all’inizio della sua carriera, ad aprire concerti di artisti del calibro di Amy Winehouse. E pensate che quando Nutini aveva 19 anni i Rolling Stones lo vollero come supporter in una delle loro date del tour in Austria. Oggi Nutini, che ha origini toscane – più precisamente di Barga –  è al suo terzo album pubblicato: Caustic Love. Un successo come i due precedenti, che hanno permesso a questo giovane ma grande artista di farsi conoscere e apprezzare da pubblico e critica con brani come “Last Request” e “Jenny Don’t Be Hasty”. Sarebbe un sogno poterlo avere in concerto proprio nel Teatro del Maestro. E chi lo sa che non si possa avverare, magari il prossimo album potrebbe essere l’occasione giusta.

foto di Aldo Umicini

Con Paul Potts

Paul Potts, altro grande artista, ha una storia davvero speciale alle spalle. È noto al pubblico come vincitore, nel 2007, della prima edizione di Britain’s Got Talent, ma ciò che ha preceduto questo importante avvenimento, nella vita di Potts, è così speciale che nel 2013 il regista David Frankel ha deciso di farne un film, dal titolo “One Chance – L’opera della mia vita”. Paul ha dato la sua voce all’attore che lo ha interpretato nel film, James Corden. Il film racconta le difficoltà e gli ostacoli che Potts ha dovuto superare nella vita, prima tra tutte, forse, la stroncatura ricevuta da Pavarotti. Ma oggi Paul si esibisce in tutto il mondo e ama Puccini. La sua opera preferita, ha raccontato ieri sera, è La Bohème e Puccini è in assoluto il compositore che preferisce. E al Festival ha fatto un regalo, cantando “E lucevan le stelle” accompagnato al pianoforte dal Maestro Alberto Veronesi.

 

 

No comments

2 × 3 =