“Un tesoro di ragazza”, in anteprima a Viareggio il libro di Maria Teresa Landi e Luciana Tola

0
unnamed

VIAREGGIO –  Sabato 3 dicembre alle ore 17.00 a Viareggio presso Lettera22 (via Mazzini, 84/86), si presenta in anteprima, il libro Un tesoro di ragazza di Maria Teresa Landi e Luciana Tola edito da Giovane Holden Edizioni.

Le scrittrici vivono e lavorano in Versilia, forti di una lunga esperienza come insegnanti di Lettere, con il loro sodalizio hanno dato vita a testi di vario genere, dalla narrativa per ragazzi al racconto e al romanzo prevalentemente a carattere storico. Molto attente all’uso della parola, ricorrono spesso, per coinvolgere il lettore, alle tecniche proprie del giallo. È il caso del loro ultimo romanzo breve, Un tesoro di ragazza, una storia dal ritmo incalzante in cui per la prima volta ambientano la vicenda in un futuro molto prossimo: il 2024. A Lubecca un giovane scienziato di origini italiane lavora in gran segreto a un progetto che mira a sviluppare le funzioni autonome di un robot; a Roma un integerrimo poliziotto di ascendenze normanne indaga su una serie di omicidi destinati a mettere a dura prova le sue capacità. Quando i loro destini si incroceranno nulla si rivelerà essere come appare.

Relatrice dell’incontro la scrittrice Laura Nicodemi.

Saranno presenti le autrici. Ingresso libero.

Abstract

La tecnologia ha influito su alcuni aspetti della realtà quotidiana. Enormi display ovunque per restare sempre connessi, tram e metro rigorosamente green, prime auto intelligenti a combattere lo smog e gli ingorghi perenni, driverless-car. In sostanza, però, la vita non è cambiata molto se non negli aspetti più esteriori, appunto. A Lubecca, un giovane scienziato di origini italiane sta segretamente lavorando a un progetto di meccatronica, nello specifico lo sviluppo delle funzioni autonome di un robot. Convinto di essere spiato, a corto di fondi per portare avanti quella che ritiene una scoperta rivoluzionaria, cerca avidamente una soluzione ai suoi problemi. A Roma, una anziana vedova, amorevolmente accudita da una giovane badante, è vittima dei raggiri del nipote sfaccendato, fin troppo ansioso di entrare in possesso dell’eredità. Nel corso di un’estate afosa la tranquillità del signorile quartiere romano, in cui abitano le due donne, sfuma a causa di una serie di omicidi destinati a mettere a dura prova le capacità del tenente Gargiulo, integerrimo poliziotto di origini siciliane. Tutti hanno qualcosa da nascondere e verità e giustizia appaiono mete indistinte quanto mai difficili da raggiungere. Un giallo breve in cui si avverte autorevolezza e ritmo narrativo. Una trama incalzante, ricca di suspense per una storia in cui nulla si rivelerà essere come appare.

Le autrici

Maria Teresa Landi e Luciana Tola vivono e lavorano in Versilia. Forti di una lunga esperienza come insegnanti di Lettere, con il loro sodalizio hanno dato vita a testi di vario genere, dalla narrativa per ragazzi al racconto e al romanzo prevalentemente a carattere storico. Molto attente all’uso della parola, ricorrono spesso, per coinvolgere il lettore, alle tecniche proprie del giallo. Le storie, per lo più ambientate nella loro terra, hanno meritato vari riconoscimenti e premi. Dopo il primo romanzo, Una lunga sinistra scia di sangue, editore Il Molo (2006), hanno iniziato la collaborazione con Giovane Holden Edizioni pubblicando: Nella terra del diavolo (2008), Nel buio della coscienza (2009), Il silenzio uccide (2010), il testo teatrale Viareggio e la sua anima (2011), Tommasino e i sogni a ostacoli (2012), Caleidoscopio (2013), Imperfetto quotidiano (2014), La casa delle paure (2016).

 

No comments

quattro × 1 =