“Pietrasanta Film Festival: al via la IV edizione del Concorso internazionale per cortometraggi

PIETRASANTA – L’inaugurazione della mostra “Nel segno di Michelangelo” nel Chiostro di S. Agostino domani alle 17, precederà il vero e proprio inizio del “Pietrasanta Film Festival.” L’esposizione collettiva, curata Lodovico Gierut e a cui è collegata anche la pubblicazione di un volume, sarà visitabile fino a domenica 27 maggio. Numerosi gli artisti partecipanti che con pittura, scultura, fotografia e grafica illustrano e interpretano l’iter creativo michelangiolesco nonché il soggiorno del Genio a Carrara e in Versilia nel 1518-1520.

 
Al “Pietrasanta Film Festival”, concorso di carattere internazionale organizzato dall’Associazione Culturale Mondo Cinema, partecipano opere provenienti dall’Italia e dall’estero. In corcorso quest’anno ci saranno 22 corti. Molti già insigniti di importanti premi come i Nastri d’Argento o addirittura candidati agli Oscar. Veniamo quindi al programma delle proiezioni che si svolgeranno all’interno della Sala Annunziata.
 
Venerdì 25 maggio dalle ore 16 in programma “Ecce Homo” di Andrea Moneta, “Once (in my life)” di Francesco Colangelo, “Sulla soglia” di Riccardo Festa, “L’albero rosso” di Luca de Santis e Paul Rowley, “The Plumber” di Davide Arosio, “Silent” di Virginia Bellizzi, “The N.A.P.” di Adolfo di Molfetta, “Gong!” Giovanni Battista Origo – corto che ha ottenuto il Premiere Film Award all’ultimo Cortinametraggio e ricevuto il Premio del pubblico al Roma Tre Film Festival -, “Cani di razza” di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta, “Toulouse 13.11” di Adam Selo, “Sing” di Deàk Kristòf.
 
Nella mattina di sabato 26 maggio si svolgerà nel Chiostro un incontro con gli studenti che avranno la possibilità di conoscere da vicino la sorella minore della settima arte, ampiamente rivalutata a partire dagli anni Ottanta proprio grazie anche all’istituzione di festival cinematografici come questo e alla sempre più ampia diffusione di tecnologie per gli effetti speciali digitali a basso costo. I cortometraggi proliferano oggi attraverso una grande quantità di opere amatoriali assai elaborate il cui livello qualitativo è sempre più alto, capace di eguagliare quello delle maggiori produzioni cinematografiche.
 
Nel pomeriggio dalle 16 ripartono le proiezioni dei corti in concorso con “Il disertore” di Daniele Ricci e Federica Bertellotti, “A Gentle Night” di Constance Schmitt, “Piccole italiane” di Letizia Lamartire, “Tabib” di Carlo D’Ursi, “Gaze” di Farnoosh Samadi, “Stella1” di Roberto D’Ippolito e Gaia Bonsignore, “Happy Hour” di Fabrizio Benvenuto, “L’uomo proibito” di Tiziano Russo, “Arrivare” di K. Prada e J. Prada, “The Boat” di Valeriy Gaken, “2037 Europe’s Downfall (Short Version)” di Mattia Uldanck.
 
Domenica 27 maggio giornata dedicata alle premiazioni che si svolgerà invece presso il Teatro Comunale alle 18 con la straordinaria partecipazione del regista Giorgio Tirabassi. Per l’occasione sarà proiettato “Non dire gatto”, il cortometraggio da lui diretto vincitore del David di Michelangelo nel 2002, che racconta la storia di un ex pugile a cui viene affidato un cane dall’amico finito in galera.
 
L’opera “Il cortometraggio” un mini-mondo dell’artista Michele Bertellotti, sarà uno dei premi per uno dei cortometraggi vincitori.
 
Una passeggiata in centro darà poi la possibilità di ammirare le vetrine allestite a tema cinematografico che catapulteranno direttamente nelle atmosfere di alcuni tra i film più famosi e iconici di tutti i tempi. Le attività commerciali cittadine hanno aderito in modo entusiasta infatti all’iniziativa proposta dall’Associazione Culturale Mondo Cinema che proponeva di trasformare la propria vetrina in un set cinematografico.