La playlist della settimana: i consigli per gli ascolti di TgRegione.it

(di David Martinelli) – Gennaio è quel mese che ti schiaffa in faccia la lista dei “buoni propositi” compilata solo qualche giorno prima mentre, con prosecco in mano e trombetta di carta in bocca, aspettavi il conto alla rovescia per la mezzanotte più rumorosa dell’anno. In quella lista si elencano, oltre ai sempre verdi “iscriversi in palestra” o “smettere di fumare”, intenzioni più o meno realizzabili come “rifarsi vedere dagli amici almeno una volta a settimana” o “almeno una volta a settimana non superare i tre gin-tonic a serata”. Gennaio è anche un mese giusto per iniziare qualcosa di nuovo, una sorta di “punto zero ideale” dal quale partire con un progetto, proprio come quello di scrivere una rubrica in cui si consigliano canzoni belle, adatte a certe situazioni e che, magari, possano fornire l’input giusto per scoprire qualche artista o band che aiuti a rispettare l’ultimo vostro punto della lista sopracitata:“Ascoltare musica nuova”.

“Sorrisi e Canzoni” è il nome della nuova rubrica che cercherà di aiutarvi a “musicare” alcuni momenti della vostra giornata, suggerire nuovi suoni e segnalare nuove proposte, con un occhio di riguardo alle recenti pubblicazioni, sia italiane sia internazionali, ai festival più importanti in giro per il mondo e ai loro protagonisti. Dunque, bando alle ciance, ecco a voi alcuni consigli per gli ascolti!

Kamasi Washington – Street Fighter Mas [Jazz]
Il primo artista che mi sento di suggerire è Kamasi Washington, sassofonista e compositore statunitense che ha esordito con una partecipazione nell’album “To Pimp a Butterfly” del rapper Kendrick Lamar, per poi pubblicare, nel 2015, il suo acclamato e premiato disco triplo “The Epic”. La canzone che vi segnalo è “Street Fighter Mas”, jazz orchestrato con un groove micidiale che fa da contrappunto agli intrecci di sax, cori e mellotron. Se avete ospiti per cena e volete creare un sottofondo non invadente ma vivace, Kamasi ha fatto il disco adatto a voi!

Raconteurs – Sunday Driver [Blues – Rock]
Proseguiamo con una delle band di Jack White, i Raconteurs, che dopo anni dal secondo album “Consolers of the Lonely”, torna con il suo sound inconfondibile e la pubblicazione inaspettata di due singoli tra power-blues e rock. “Sunday Driver” è la traccia da non farsi scappare, preferibilmente da far suonare al mattino per dare una botta di positività alla giornata.

Appino – I giorni della merla [Italia – Songwriting]
Puntiamo l’attenzione sulle condizioni meteo di questo 2019 appena iniziato, e lo facciamo con un brano del 2013 di Andrea Appino, leader dei pisani The Zen Circus. Giusto per ricordarvi che il freddo di queste ore è solo un assaggio e che i “giorni della merla”, i più freddi dell’anno secondo la tradizione, stanno per arrivare. Tenete sciarpa e guanti a portata di mano.
“Anche il fuoco si lamenta, il gelo gode e taglia il viso” – I giorni della merla.

The XX – VCR [Alt-Pop]
L’anno appena iniziato è anche anno di ricorrenze e anniversari importanti, come quello che conta una decade trascorsa dall’esordio di una band che rende cool tutto ciò che tocca, i The XX. Formatisi nel 2005 a Londra, hanno subito messo tutti d’accordo con l’omonimo disco d’esordio, grazie al quale, si sono garantiti l’ingaggio ai festival musicali e club più importanti di tutto il mondo. Mettete in loop questo disco mentre andate al centro commerciale per i saldi, ne uscirete con gli acquisti di fighi degli
ultimi vent’anni.

Tre allegri ragazzi morti – Bengala [Folk – Pop]

La band mascherata torna con un nuovo album intitolato “Sindacato dei sogni”, anticipato da un paio di singoli, tra cui quello consigliato che si chiama Bengala. Questa segnalazione sarà molto preziosa per i giovani musicisti in cerca di occasioni per esibirsi davanti ad un vero e proprio pubblico. I TARM, infatti, hanno avuto la bella pensata di istituire il contest “TalenTarm” che darà la possibilità agli artisti interessati di suonare per venti minuti in apertura alla band di Pordenone durante il loro prossimo tour. I candidati dovranno eseguire e pubblicare su Instragram tre video-cover dei Tre allegri ragazzi morti, taggando il profilo @talentlatempesta e usando l’hashtag #talenTarm fino al 14 febbraio. In bocca al lupo!

Thom Yorke – Has ended [Soundtrack]
Se nei giorni scorsi avete pensato di tornare al cinema dopo il cinepanettone, vi sarete sicuramente imbattuti nella pellicola di Luca Guadagnino, regista italiano che, solo due anni fa, aveva appassionato la critica con il bellissimo “Chiamami col tuo nome”. “Suspiria” è il titolo del suo nuovo film, sulla bocca di tutti perchè ispirato all’omonimo lavoro di Dario Argento del 1977. La colonna sonora è stata affidata al leader degli inglesi Radiohead, Thom Yorke, il quale ha tradotto in musica le sensazioni di angoscia e paura del film. Ci sono troppi nomi grossi in ballo per farsi scappare, quantomeno, l’ascolto della colonna sonora.

Go!Zilla – Hailing It’s Hailing [Psichedelia – Rock]
Italia SI, Fracia NO, Italia NO, Francia SI. I rapporti con i nostri cugini d’oltralpe negli ultimi tempi sono un po’ turbolenti: frecciatine tra politologi, chi simpatizza con i “gillet gialli”, diatribe sulla questione migranti e via dicendo. La storia d’amore/odio tra italiani e francesi non avrà fine facilmente, quello che è certo, però, è che quando le due forze collimano vengono fuori risultati affascinanti. Un esempio sono i Go!Zilla, band fiorentina prodotta dall’etichetta francese Teenage Menopaure RDS, molto attenta alla trasposizione in video della loro musica. Vi segnalo il loro ultimo videoclip, realizzato dalla brava Erika Errante per il secondo singolo estratto dal loro ultimo album. Mettete in pausa il telegiornale e premete play sul video di “Hailing It’s Hailing”.