Finisce l’incubo di una diciottenne senese, perseguitata dall’ex

SIENA- Una storia d’amore finita male e diventata quella di una diciottenne senese, minacciata dal suo ex.

Qualche tempo fa a Staggia arriva al punto di spaccare la macchina di chi a quella ‘sua proprietà’ aveva osato solo avvicinarsi. Un potenziale rivale, probabilmente solo un amico avevano scatenato la gelosia di chi si sentiva ‘derubato’ della sua ex.

Protagonista di questa storia un 23enne di origine marocchina, residente a Colle Val d’Elsa, che ora ha il divieto di avvicinarsi alla diciottenne, con cui prima conviveva.

Un provvedimento che il ragazzo ha ignorato, trasformando la vita della diciottenne senese in incubo.

Ieri, quando il ventitreenne marocchino ha infranto ancora il dispositivo di legge, avvicinandosi in modo minaccioso alla sua ex sono scattate le manette.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato associato al carcere circondariale di Siena (Santo Spirito), in attesa del braccialetto elettronico per poi proseguire la predetta misura restrittiva agli arresti domiciliari. Per quanto riguarda la ragazza, vittima della persecuzione è in questo momento ospite di un centro antiviolenza ed è seguita costantemente dai servizi sociali.