Il linguaggio dei cani: ecco cosa vogliono dirci i nostri amici a quattro zampe

I nostri amici a quattro zampe tentano continuamente di mettersi in contatto con noi. Ogni loro gesto è atto a comunicare qualcosa, ad indicarci un bisogno, un’esigenza o più comunemente ad esprimere affetto o gratitudine.

Ecco svelati dieci perché legati ai comportamenti più comuni del tuo cane:

Scodinzolare – Il cane scodinzola per comunicare molte emozioni diverse. Non è solo segnale di contentezza, come tutti pensano: più spesso è invece un modo per dire che è pronto, attento, magari anche in ansia o trepidazione verso qualcosa che sta per avvenire. Per questo il tuo pet scodinzolerà quando arriverai col guinzaglio perché capirà che è l’ora di uscire, o ancora muoverà la coda prima di ringhiare verso un altro cane che lo infastidisce, oppure ti seguirà scodinzolando mentre vai ad appoggiare la sua ciotola piena di gustoso cibo per cani.

Annusare – Il naso del cane è come un libro da riempire. Usandolo, il tuo quattrozampe raccoglie informazioni sul mondo che lo circonda, un mondo che per lui è fatto soprattutto di odori. Con l’odorato infatti riconosce il passaggio di altri cani o animali, riesce a interpretarne i messaggi lasciati sul territorio, dalla paura al desiderio (attraverso i feromoni). Il naso del cane è anche il modo migliore per accorgersi del cibo in arrivo, e per stringere un rapporto ancor più profondo con l’umano.

Scavare – In giardino, in spiaggia, in gita… Arriva sempre il momento in cui il tuo quattro zampe fa una bella buca. Ma come mai questo comportamento nei cani? I motivi sono tanti e diversi: cerca magari di costruirsi una tana, oppure vuole nascondervi del cibo, oppure ancora va a caccia di animaletti che abitano sotto terra.

Abbaiare – È il suo linguaggio vocale preferito. Il cane abbaia in modi molto diversi a seconda di quel che deve dirti. Per esempio lo fa per portare l’attenzione su di sé, magari per chiedere: “mi raggiungi per giocare?”. L’abbaio è anche un modo per mettere in allerta gli altri, per comunicare un pericolo, o l’arrivo di qualcuno. L’ululato invece, che non usano tutti i cani, è il modo che gli animali hanno tra loro per localizzarsi e riconoscersi. Il ringhio è un messaggio di aggressività e l’uggiolìo indica sottomissione e richiesta di attenzione.

Riportare – Il riporto di un oggetto è il gioco classico tra umano e quattrozampe. Ma non è un comportamento innato del cane: è piuttosto il frutto di un addestramento, ovvero un’abitudine che lui ha appreso proprio dal suo padrone. E che fa con gioia, perché è un modo molto bello per stare insieme, ricevere attenzioni e spesso premi e coccole.

Mettersi sul fianco – Sdraiato, spesso con una zampetta alzata, il cane sul dorso si rende vulnerabile e pronto a ricevere coccole e affetto. È un segnale molto forte di sottomissione e di fiducia e apertura nei confronti dell’umano, ed è un modo bellissimo che il quattrozampe ha per chiedere un po’ di gioco e dolcezza.

Muovere le orecchie – Quante volte hai visto Fido con le orecchie dritte? È un segnale di massima attenzione e di ascolto nei confronti tuoi o del mondo che lo circonda. Se invece le orecchie sono tutte indietro, appiattite sulla testa, questo comportamento del cane può essere un segnale di paura, ma mai di aggressività. Se le orecchie sono indietro e gli occhi socchiusi, il messaggio è di piacere: forse lo stai accarezzando con dolcezza?

Socchiudere gli occhi – Con o senza orecchie appiattite comunque, gli occhi socchiusi del cane sono sempre un segnale di piacere, di sottomissione al padrone e di profondo rilassamento. Il contrario di quel che accade quando gli occhi sono ben aperti, fermi e vigili: in questo caso il cane è arrabbiato e pronto all’attacco.

Inclinare la testa – È uno dei comportamenti più curiosi e dolci del tuo cane, ovvero il momento in cui piega leggermente il capo da un lato e ti guarda. Fido usa farlo quando gli chiedi qualcosa, perché sta decifrando il tuo messaggio, oppure quando sei lontano e ti osserva. È sempre comunque un atteggiamento di curiosità e di interazione con il suo padrone.

Leccare – Una bella leccata in faccia, o magari sulle mani? È un chiaro segnale di affetto e sottomissione, nei tuoi confronti ma anche nei confronti degli altri cani. Se, per esempio, il tuo cane lecca il muso di un altro cane, significa che riconosce un animale dominante. Se invece Fido lecca il suo stesso naso, vuol dire che è tranquillo e rilassato.


Fonte: Pet Shop Purina