FIRENZE – Sono 78 gli alberi monumentali della Toscana inseriti nell’elenco aggiornato al 2019, approvato oggi con una deliberazione del Consiglio regionale.

Nella lista figurano la quercia delle Checche di Pienza (Siena), il pino domestico a Crespina Lorenzana (Pisa), l’abete bianco ad Abetone (Pistoia) e il faggio secolare a Capanne di Caprignana, nel comune di San Romano Garfagnana (Lucca).

L’atto è stato illustrato in Aula dal presidente della commissione ambiente Stefano Baccelli (Pd), che ha ricordato come nel primo elenco regionale, varato nel 2017, fossero comprese 55 piante. Sottolineando che “questa proposta di delibera è un aggiornamento”, Baccelli ha parlato di una “straordinaria occasione per valorizzare come beni ambitali storici e culturali delle rarità botaniche della nostra regione”

Baccelli ha inviato una lettera a tutti i Comuni della Toscana per chiedere segnalazioni di alberi e boschi di particolare pregio così da poterli inserire nel percorso di tutela e valorizzazione, anche in prospettiva di un utilizzo e indotto turistico.