Umiliata dalla prof in classe: la denuncia dei genitori al preside dell’istituto

PISA – Un brutto voto, un’insolita punizione e l’umiliazione pubblica: questo ha dovuto subire una studentessa di una scuola superiore pisana. L’insegnante di turno, che aveva colto la ragazza impreparata per una interrogazione, la ha costretta a scrivere cento volte su un foglio il motto degli stoici “Vivi secondo ragione”, esibendo poi lo stesso sulla parete della classe, affinché tutti potessero vederlo.

La studentessa, umiliata, ha obbedito alla professoressa, ma da quel giorno non si è più presentata a scuola.  I genitori, infuriati, hanno denunciato tutto al preside, che ha aperto un’indagine interna. L’insegnante si è scusata pubblicamente, ma la ‘punizione’ adesso potrebbe arrivare anche per lei.