Svastica nazista sulla sede Anpi di Prato

PRATO – Una grande svastica nazista con le scritte “Dux” e “Arriviamo” è apparsa nella notte all’ingresso della Casa del Combattente nei pressi di piazza San Marco, il locale che ospita il Museo delle memorie di guerra per la pace.

Gli autori del gesto, su cui le forze dell’ordine stanno già indagando, hanno cancellato dal campanello anche le scritte dell’Anpi e dell’Associazione Combattenti e Reduci che proprio lì hanno la sede. L’atto vandalico è arrivato nelle ore in cui la città si stava mobilitando contro l’annunciata manifestazione di Forza Nuova, organizzata per il pomeriggio di sabato 23 marzo, nel giorno del centenario della creazione dei Fasci italiani d’azione. In attesa della decisione di Prefettura e Questura sull’autorizzazione a FN, la petizione online ‘Fermiamo la manifestazione fascista a Prato’, promossa da una sessantina di soggetti tra partiti, associazioni e sindacati, che chiede a questore e prefetto di revocare le autorizzazioni alla manifestazione, è arrivata a circa 15mila firme.
Una scritta di colore nero che riporta la dicitura ‘Dux’ è stata invece realizzata nella notte a fianco del portone della sede provinciale pratese del Partito democratico, in via Carraia, nel cuore del centro storico di Prato. La mano del gesto è con ogni probabilità la stessa che ha realizzato, nelle medesime ore, le scritte sopracitate.