Sfondano la vetrina con un furgone e rapinano una farmacia

PRATO- Furgone usato come ariete per sfondare la vetrina laterale della farmacia. Il colpo – durato una manciata di secondi – si è consumato ai danni della farmacia in via Jacopo Bettazzi a Galciana. I ladri sono riusciti ad arraffare i contanti lasciati nelle tre casse presenti scappando con un bottino di circa mille euro.

Due uomini e una donna sono entrati in azione sulla parte laterale della farmacia dove si trova una vetrina. Hanno lanciato il furgone – risultato rubato – contro la vetrata infrangendola. Uno dei ladri (avevano tutti e tre il volto travisato) è riuscito a entrare all’interno della farmacia attraverso il varco aperto nella vetrata. Passando ha anche urtato contro il vetro ferendosi, perché in terra sono state trovate tracce di sangue. I due complici sono invece rimasti all’esterno a fare da palo. L’uomo, entrato nel locale, ha arraffato tutti i soldi che i titolari avevano lasciato come fondo cassa. Poi è uscito passando di nuovo dal foro nella vetrata.

La farmacia è dotata di un impianto d’allarme che è scattato non appena il furgone si è schiantato contro il vetro. Inulte la corsa della pattuglia dei carabinieri: quando i militari dell’Arma sono arrivati in via Bettazzi, i ladri erano già scappati. Sono state acquisite le immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso i tre ladri e sono cominciate le indagini per risalire alle loro identità. Non è la prima volta che la farmacia di Galciana subisce furto del genere. Un paio di anni fa i malviventi erano riusciti a infrangere la vetrata con un martello.

La vetrata laterale della farmacia affaccia su un giardinetto e non direttamente sulla strada e risulta di facile accesso per i ladri. Ma nessuno si sarebbe mai immaginato che potessero arrivare a lanciare un furgone contro la vetrina. Nella stessa notte è stato messo a segno un altro colpo simile sempre ai danni di una farmacia a Firenze. Anche in quel caso è stato usato un furgone come ariete per spaccare la vetrata. Si sospetta che si possa trattare della stessa banda che ha agito a distanza di poco tempo fra un colpo e l’altro. Il furgone rubato è stato poi abbandonato dai tre ladri ed è stato ritrovato all’alba dai carabinieri.