Chiusura obbligata per una casa famiglia in centro a Viareggio

VIAREGGIO- La decisione di chiudere la casa famiglia per “carenze dei requisiti per l’ospitalità” è stata del sindaco Del Ghingaro.

Le carenze riscontrate dopo il sopralluogo, effettuato dai tecnici Asl sono state di carattere strutturale e igienico.

La struttura è iscritta al registro regionale quale associazione di volontariato.  La casa famiglia, secondo il controllo effettuato, sarebbe in realtà una normale civile abitazione senza requisiti.

All’interno sono stati trovati 8 ospiti, mentre le aurotizzazioni parlano di una capienza per sei. Mentre la Scia era stata presenzata per l’attività di Rsa per persone non autosufficienti, i requisiti igienico sanitari sono risultati mancanti.

Tra le ulteriori carenze rilevate la mancanza di bagno assistito e la presenza di una camera a tre letti non prevista dalla normativa. All’ultimo piano sono state trovate masserizie, materassi, bombole di ossigeno, lenzuola e coperte tenute in modo ritenuto non idoneo.

Il verbale inviato al sindaco precisa anche che l’assistenza nella casa famiglia risulta carente per mancanza di figure professionali sanitarie quali infermieri, fisioterapisti e animatori previsti dalle norme regionali.