Riprende a girare una ruota virtuosa: cinquanta posti di ruolo per le scuole

LUCCA- La porta si spalanca per tanti (forse addirittura tutti) gli aspiranti al posto fisso tra le file degli «Ata» di terza fascia.

Ovvero tutto il personale tecnico, amministrativo e ausiliario, compresi i bidelli, della scuola. Conto alla rovescia per il verdetto di assegnazione dei contratti in ruolo. La commissione, presieduta per il provveditorato dal vicario Duccio Di Leo (nella foto) e anche da Nicola Preziuso (dirigente del comprensivo Nottolini di Lammari), è al lavoro.

Di solito il contingente si aggira sulle 15 unità di assistente e 30 di bidello. Ma i numeri potrebbero rivelare piacevoli sorprese e confermarsi superiori.

Non è da escludere che il Miur consenta una graduatoria più generosa, con un maggior numero di immissioni a ruolo degli Ata finora supplenti. Una ruota virtuosa. Chi passa a ruolo infatti libera posti nella graduatoria cosiddetta «24 mesi», dove gli iscritti svolgono almeno quel periodo di tempo in supplenze – candidandosi direttamente alle sedi scolastiche – per poi a loro volta tentare la scalata (per titoli) o al posto fisso oppure anche, trasversalmente, da bidella a impiegato nelle segreterie.