2 giugno a Pietrasanta col commissario Priolo

PIETRASANTA – In una piazza dello Statuto addobbata di tricolori, alla presenza di numerose autorità, forze di polizia, rappresentanti delle forze politiche e candidati a sindaco alle prossime elezioni e soprattutto di associazioni combattentistiche e d’arma, di cittadini, è stata celebrata questa mattina la Festa della Repubblica. Inni suonati dalla Filarmonica di Capezzano Monte, alzabandiera, deposizione di una corona d’alloro per ricordare il sacrificio dei caduti di tutte le guerre, hanno preceduto le parole del Commissario Straordinario Giuseppe Priolo, parole, le sue, di stimolo e incitamento.

“Recuperiamo – ha detto – la consapevolezza di ciò che abbiamo e di ciò che siamo. E’ il tempo della responsabilità nel quale tutti hanno il dovere, ciascuno nel proprio ruolo, di rispettare le Istituzioni e di ritrovarsi, al di là delle legittime posizioni politiche, in quei valori che hanno fatto dell’Italia il grande Paese che è. Festeggiamo dunque la nostra Repubblica, festeggiamo la nostra Italia”.

Per il Commissario Priolo è stato anche il momento del saluto alla città, in vista delle elezioni. “L’occasione mi è gradita per salutare tutti Voi. Lo scorso 4 novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, in questa stessa piazza ho presenziato alla mia prima manifestazione a Pietrasanta ed oggi, simbolicamente, sono qui, a chiudere l’esperienza di questi 8 mesi da Commissario Straordinario. Otto mesi di lavoro intenso in cui sono stato affiancato dalle colleghe sub commissarie Patrizia Fedi e Grazia La Fauci alle quali va il mio personale ringraziamento ed apprezzamento. Mi sono calato in questa realtà con pieno rispetto di tutte le forze politiche e soprattutto dei cittadini, cercando di svolgere il mio ruolo di garante della correttezza amministrativa nella gestione provvisoria dell’Ente. Tra qualche giorno sarete chiamati alle urne per eleggere il vostro prossimo sindaco al quale, sin d’ora, rivolgo un sincero augurio di buon lavoro e l’invito a preservare questa bellissima terra con un’azione amministrativa saggia e misurata, a garanzia di tutti i concittadini. Grazie”.