A 20 anni dalla scomparsa di Diana, in Versiliana lo spettacolo sulla vita della principessa triste

0

MARINA DI PIETRASANTA – L’ultima notte di Diana, un inno all’amore, un canto all’essenza pura della vita e alla bellezza di ogni donna, il primo musical sulla Principessa Diana. A 20 anni di distanza dalla tragica morte della principessa del popolo , il Festival della Versiliana si prepara ad accogliere la nuovissima e grande produzione di Diana & Lady D, primo spettacolo musicale al mondo sulla vita della principessa triste. Scritto e diretto da Vincenzo Incenzo e prodotto da Engage, lo spettacolo andrà in scena  sabato 26 agosto alle 21.30 nel grande teatro immerso nella pineta nell’ambito della 38° edizione del Festival firmato da Massimiliano Simoni .  Nel ruolo della principessa, una straordinaria Serena Autieri che inscena una performance verbale e fisica dai contrasti sorprendenti, facendoci rivivere l’ultima notte della principessa in un flusso di coscienza intenso e poetico, dove lampeggiano l’infanzia difficile di Diana, la stagione felice dell’adolescenza, la vita controversa con Carlo, le maestose cerimonie reali, le raggianti apparizioni nella moda e nella mondanità, il volontariato spettacolare, i discutibili amanti, la solitudine e il dramma. Fino al sorprendente, spettacolare epilogo, che colpirà il cuore di ogni spettatore.

31 agosto, è la sera dell’incidente; Diana sta per lasciare l’appartamento all’Hotel Ritz di Parigi e raggiungere Dodi in macchina; un ultimo colpo di cipria allo specchio ed ecco l’immagine riflessa, l’altra parte di se’: Lady D.

E’ l’occasione per confessarsi definitivamente una all’altra lontano da tutto e tutti, e mettere sul piatto senza più nessuna riserva le loro vite inadeguate. E’ un susseguirsi di colpe, un turbinìo di accuse, fino addirittura allo scontro fisico, ma è anche il tentativo estremo di essere ascoltate, comprese, abbracciate. Per arrivare al perdono, alla ricomposizione del se’, al ritorno all’Uno; dopo di cui tutto, anche la morte, può essere accolta con illuminata leggerezza. ( biglietti da 20 a 35 Euro Info 0584 265757 www.versilianafestival.it)

Il palco si fa luogo dell’anima e nostalgico dopomondo grazie al disegno scenico del Premio Oscar Gianni Quaranta (Zeffirelli, Yvori, Ross, Corbiau); le luci di A J Weissbard (Bob Wilson, Cronenberg, Sten, Greenaway), inventano suggestioni intense sdoganando spazio e tempo; le cadute e le resurrezioni vengono tratteggiate dalle ballerine di Bill Goodson (Diana Ross, Gloria Estefan, Steavie Wonder, Moulin Rouge). La luce e il colore incontrano la poesia nei vestiti di Silvia Frattolillo, costumista storica del teatro italiano. Immanente è la musica, diretta da Maurizio Metalli, a raccontare un cuore e un epoca, con inediti e successi planetari registrati tra Londra e Los Angeles da musicisti di fama mondiale come Russ Miller, Robert Cohen, Matt Bissonette, abitualmente al fianco di Elton John, Andrea Bocelli, Nelly Furtado, Tina Turner.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: