21 giorni di prognosi per il volontario preso a pugni da un filippino

FIRENZE – Ha una prognosi di 21 giorni, per la frattura del setto nasale, il volontario del 118 raggiunto al volto da un pugno sferrato da un uomo di 42 anni, di origine filippina, durante lo svolgimento di un servizio di soccorso in un locale in via dell’Anconella a Firenze. E’ successo ieri sera intorno alle 23.30. L’ambulanza del 118 era stata chiamata per soccorrere una donna di 50 anni, filippina.

Mentre i suoi colleghi predisponevano quanto previsto dal protocollo per il trasferimento della donna in ospedale, il volontario usciva dal locale per avere indicazioni dalla centrale su dove trasferire la 50enne. Appena rientrato ha visto i suoi colleghi circondati da alcuni parenti e amici della donna, alquanto agitati sembra perchè non convinti del lavoro dei sanitari, e ha cercato di calmarli ma è stato raggiunto dal pugno al volto. Sul posto è arrivata subito una volante e gli agenti, dopo aver identificato i presenti, hanno denunciato il 42enne per lesioni aggravate.