600 grammi di droga e 17mila euro: in manette due corrieri nigeriani

0

PRATO – Nuova importante operazione antidroga condotta dalla Squadra Mobile pratese – Sezione“Antidroga e Contrasto Crimine Diffuso” – che ha tratto in arresto, nella città di Firenze, per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti due corrieri nigeriani, rispettivamente una ventisettenne residente a Prato ma di fatto domiciliata a Usella, nel comune pratese di Cantagallo, e un trentaquattrenne residente a Firenze, presso il centro di assistenza per migranti sito in via Pieraccini, nell’occasione sequestrando 641 grammi di eroina nonché denaro contante per 17.365,00 euro.
L’attività investigativa aveva preso le mosse qualche giorno prima, in base alla segnalazione della presenza sospetta, nella frazione di Usella, di una giovane donna nigeriana che utilizzava per i suoi spostamenti spesso taxi e altre auto private condotte da persone italiane.

Grazie alla preziosa e fattiva collaborazione della Polizia Municipale di Vaiano/Vernio, gli Operatori dell’Antidroga pratese riuscivano a risalire all’abitazione di Usella della nigeriana, presa dalla medesima in locazione, effettuando sabato scorso un mirato servizio di pedinamento della straniera che, uscita da casa, era poi salita a bordo di
un’auto condotta da un italiano risultato estreneo ai fatti penalmente rilevanti successivamente accertati.

Gli Agenti hanno seguito l’auto fino a Firenze, dove la ventisettenne nigeriana si è incotrata in via Pieraccini con un suo connazionale, che le ha consegnato con rapidità un involucro, per poi la donna ritornare sull’auto e ripartire, venendo poco dopo fermata dagli operatori pratesi, che la trovavano in possesso nella propria borsa di un sacchetto,
contenente 30 ovuli di eroina per quasi 350 grammi. Contemporaneamente altro personale in borghese della Questura di Prato provvedeva a fermare e identificare il trentaquattrenne nigeriano che aveva ceduto il sacchetto alla
giovane, risultato dimorare presso un non lontano centro di assistenza per migranti. Le perquisizioni locali che ne seguivano, effettuate per i domicili di entrambi i corrieri nigeriani, davano esito negativo per il trentaquattrenne, mentre nella casa di Usella della ventiseienne gli Agenti hanno rinvenuto ulteriore eroina, che portava a 641 i grammi di droga sequestrati, unitamente alla cosistente somma di denaro di 17.365 euro, sicuro provento di attiità di spaccio, peraltro non riuscendo gli Operatori a fermare un altro imprecisato individuo che, presente nella casa al momento del loro ingresso, si lanciava da una finestra posta a cinque metri di altezza, riuscendo a fuggire lungo il greto del fiume Bisenzio e far perdere le proprie tracce, grazie anche al buio del tardo pomeriggio.

Il completamento della verifica della casa permetteva inoltre di rinvenire anche telefoni cellulari, pellicola trasparente di cellophane e sostanza da taglio per circa 68 grammi, forbici e altri utensili che evidenziavano come il l’abitazione di Usella fosse stata scelto quale importante ma discreto centro di confezionamento nella movimentazione di
consistenti quantitativi di eroina.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: