80enne grida dal balcone con i ladri in casa, sventata rapina

FIRENZE – Grazie alle grida di una signora 80enne la polizia di Firenze è riuscita ad arrestare una delle ladre che si era intrufolata nell’appartamento a Rifredi dell’anziana signora.

Dopo aver fatto la spesa in piazza Leopoldo l’anziana era rientrata a casa intorno a mezzogiorno, quando ha suonato alla porta una ragazza che spacciandosi per l’inquilina del piano di sopra, è riuscita a guadagnare la fiducia della malcapitata. Come in altri analoghi episodi, anche in questo caso la malintenzionata ha subito cercato una scusa per poter distrarre la padrona di casa: secondo la truffatrice, un problema alle tubature dell’acqua avrebbe potuto creare problemi di umidità nell’appartamento dell’anziana. Ma dopo un primo giro in cucina per le verifiche del caso, la vittima si è subito resa conto che si trattava di una messa in scena. Non appena la signora ha allontanato l’intrusa, ha sorpreso una seconda donna che stava rovistando nella sua camera da letto. Quest’ultima, verosimilmente entrata dalla porta lasciata socchiusa dalla falsa vicina del piano di sopra, ha approfittato del fatto che la parte lesa fosse distratta dalla complice per arraffare dalla stanza un portagioie.

A questo punto l’anziana si è affacciata dal balcone e ha cominciato a urlare in strada “al ladro al ladro!”; le ladre si sono subito date alla fuga scendendo per le scale. In quel momento stavano arrivando dei parenti della vittima, che senza perder tempo si sono gettati all’inseguimento delle fuggitive, riuscendo a bloccarne una. La polizia è subito intervenuta e dalla sua borsa, gli agenti delle volanti hanno recuperato oggetti di bigiotteria (custoditi nel portagioie rubato) portati via poco prima dall’appartamento dell’80enne. Per quanto riguarda la donna fermata, una 32enne originaria della Sicilia, è finita in manette con l’accusa di furto aggravato in concorso. Ora, in via Zara, si indaga per identificare la complice dell’arrestata.