A Castelnuovo di Garfagnana svelati i segreti dell’Astrologia con il M° Massimo Bomba

Nella sala Suffredini di Castelnuovo, si è tenuta la conferenza di Massimo Bomba, artista-astrologo dell’aristocrazia romana. Organizzata dalla Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con il Club Lions Castelnuovo di Garfagnana. L’incontro culturale è stato una libera esposizione di quello che per il M° Bomba è stato un hobby diventando poi un vero appassionato studio che usa anche per segni simboli e immagini di inserimento nei suoi quadri e bozzetti. Lo studio dei simboli e del loro linguaggio apparentemente arcano e misterioso, i miti l’analisi del linguaggio simbolico tutto è stato esposto in massima sintesi nell’astrologia, che proposta con un serio approccio può essere d’ aiuto a tutti per meglio conoscere se stessi e chi ci circonda. Per lo studioso: “i segni e i simboli sono il linguaggio intrinseco dell’uomo e della sua storia e riappropriarsi di questa conoscenza per troppo tempo dimenticata o mal proposta da facili venditori è di grande interesse e attualità per l’uomo contemporaneo troppo preso da una fretta compulsiva che lo distoglie dal cogliere i segni e i segnali di suoi bisogni profondi o dal comprendere i suoi simili”. Ad introdurre l’astrologo, i Presidenti, del Consiglio Comunale, Francolino Bondi e Carlo Puccini del Club Lions. Il Prof. Emilio Petrini Mansi marchese della Fontanazza, esperto di buone maniere e specialista in diritto nobiliare, ha esposto la passione di molti rappresentanti della Casa de’ Medici per l’astrologia. Proprio quest’anno si celebra il cinquecentenario della nascita di Cosimo I de’ Medici, (figlio di Giovanni delle Bande Nere e Maria Salviati) I° Grancuca di Toscana. Nel 1539 sposò Eleonora di Toledo figlia del Viceré di Napoli da cui ebbe 11 figli, il cui ritratto più famoso è conservato agli Uffizzi, opera del Bronzino, che la ritrae con il figlio Giovanni. L’unico vissuto a lungo fu Ferdinando I Cardinale di Santa Romana Chiesa poi Granduca di Toscana. Il Marchese della Fontanazza: “Cosimo I, come molti della sua stirpe, amava contornarsi di atrologi di corte, come Marsilio Ficino, filosofo ed umanista, il principale esponente del platonismo a Firenze, il quale dava molta importanza al potere delle stelle, stilando gli oroscopi per i rappresentanti della dinastia per aiutarli a prevenire e far fronte a situazioni pericolose”.
Tra il pubblico attento ed incuriosito spiccavano i soci dei Club lions ed esponenti della nobiltà, delle professioni e dell’imprenditoria toscana come il Conte Guido Anzilotti, il Barone Patrizio Imperato di Montecorvino, la Nobile Marcella Grabau con l’Ing. Roberto Piccione, Alessandro Tedoldi, Prof.ssa Giuliana Pistelli, Dott.ssa Marilena Di Santo, immobiliarista Ing. Vincenzo Santoro, Avv. Antonia Marcolini, Silvia Biagioni, Avv. Elettra Giò Livreri Bailli di Chaine des Rotisseurs Francigena con il Prof. Giuseppe Frisella e molti altri. Al termine i relatori con molti amici si sono dati appuntamento all’antico ristorante da Carlino, accolti magnificamente con un tavolo imperiale ornato di fiori di magnolia e rose rosse, dono alle Signore, del Presidente Bondi. Complimentandosi con la III generazione per l’ottima cucina locale.