A Villa Bertelli il vertice dei Comuni del turismo di eccellenza

0

FORTE DEI MARMI – Le eccellenze del turismo si sono date appuntamento a Forte dei Marmi, dove venerdì 22 aprile dalle 930 alle 13.00  si è svolto  a Villa Bertelli un incontro fra i sindaci  Alberto Ragnedda di Costa Smeralda-Arzachena, Fabrizia Derriard di Courmayer, Giorgio D’Alia di Portofino, Umberto Buratti di Forte dei Marmi e il consigliere delegato al turismo  di Capri Antonio Esposito sulla necessità di mantenere, migliorare e diffondere la qualità dell’offerta turistica. Assenti per un’indisposizione i primi cittadini di Cortina D’Ampezzo Andrea Franceschi  e di Taormina Eligio Giardina, che avevano comunque inviato la loro adesione. Promotore dell’iniziativa il sindaco Buratti, che ha invitato i colleghi a interfacciarsi sulle normative disciplinanti  la vita amministrativa di Comuni che vivono una realtà particolare, in quanto rappresentano nello scenario nazionale, luoghi capaci, con politiche vincenti e costanti nel tempo, di avere una posizione di livello mondiale nell’accoglienza turistica, salvaguardando il  proprio “Genius loci”. Insieme ai sindaci erano presenti interlocutori illustri come il Presidente del Il Sole 24Ore e cittadino onorario di Forte dei Marmi Benito Benedini, il Direttore  generale turismo – MiBACT Francesco Palumbo e il Presidente  della Promo PA Formazione Gaetano Scognamiglio, che ha organizzato l’evento. Ha moderato il vertice il direttore de Il Sole 24Ore Roberto Napoletano. Nel corso della seduta, sono state prese in esame le tematiche e soprattutto le problematiche che le amministrazioni pubbliche devono affrontare per mantenere l’alta qualità dell’offerta turistica, indispensabile per soddisfare le necessità dei propri ospiti.  “Abbiamo esigenze specifiche – ha sottolineato il sindaco Buratti nel suo intervento – dalle quali non possiamo prescindere per salvaguardare la qualità del nostro turismo. Siamo  piccole realtà, paragonabili tuttavia ad alberghi a cinque stelle, che devono offrire servizi adeguati. Per questo serve più collaborazione fra pubblico e privato. Attualmente, per citare un esempio, la normativa ci impedisce di  usufruire di sponsor esterni per assumere personale all’interno del comando di polizia municipale da destinare al controllo del territorio nei periodi di maggiore afflusso turistico, o da utilizzare in altre mansioni. Occorre, pertanto, adeguare la normativa che possa andare in deroga alla procedura per le assunzioni. Inoltre, abbiamo la  necessità di liberare  risorse da destinare, sempre, all’ottimizzazione servizi. Cito per questo la maggiore fonte di entrata: L’IMU, che nel caso di Forte dei Marmi, raggiunge i 16.000.000,00 di euro, il 60% della quale proviene dalle seconde case , ma  di  cui il  50% va allo Stato per il fondo di solidarietà degli altri Comuni.

E’ stato un incontro utile e costruttivo – ha concluso Buratti – che ha permesso a noi sindaci di realtà simili di rapportarci e predisporre le basi per una futura strategia  congiunta, in grado di portare miglioramenti per quanto riguarda la governance del nostro turismo. Ringrazio i colleghi  e le personalità intervenute a sostegno di questa iniziativa”.

 

No comments