Abbruciamenti estivi, scatta il divieto assoluto con il caldo

FIRENZE — L’estate ha tardato d arrivare, ma si fa sentire. Le temperature roventi, anche oltre i 40 gradi, rimarranno al di sopra della media stagionale almeno fino alla fine del mese.

La Regione Toscana ha disposto, per questa ragione, il divieto assoluto di accensione dei fuochi per briciare residui vegetali agricoli e forestali fino al 31 agosto su tutto il territorio regionale.
Tale divieto di abbruciamenti è stato anticipato di una settimana proprio per le condizioni meteo.

Resta consentita la cottura dei cibi in bracieri e barbecue nelle zone attrezzate o nelle abitazioni, ma sempre nel rispetto delle norme del regolamento forestale. In caso di violazioni scatteranno le sanzioni.

Gli abbruciamenti, si legge in una nota della Regione, devono essere sempre eseguiti in assenza di vento, dunque quando la colonna di fumo sale in verticale. Il materiale da bruciare deve essere raccolto in piccoli cumuli e in spazi puliti da qualsiasi altro tipo di residuo infiammabile.

Questo il numero verde della Sala operativa regionale antincendi boschivi nel caso si avvisti un incendio: 800.425.425.