Acqua torbida a Massarosa, lavaggi e tubazione in acciaio

0

MASSAROSA – Date le segnalazioni giunte al Gestore GAIA S.p.A. nelle ultime settimane, la Società comunica che ha insediato un Tavolo urgente per affrontare le criticità derivanti dell’intensificarsi dei fenomeni di torbidità a Massarosa. In accordo con l’Amministrazione Comunale, la Società ha stabilito un protocollo di urgenza che nei prossimi giorni prevede  lavaggi sul serbatoio di Piano di Mommio e contemporaneamente operazioni di manutenzione straordinaria sugli impianti di pompaggio con le macchine pulitrici, al fine di rimuovere i depositi ferrosi presenti. A seguire verrà pulito il serbatoio di loc. Venti e pianificato nel dettaglio il piano di lavaggio delle tubazioni, il quale verrà comunicato alle utenze interessate. Le operazioni, infatti, che verranno eseguite per quanto possibile durante le ore notturne, potrebbero dare origine a cali di pressione o torbidità.

Intanto arriva anche l’accelerata sui lavori: la Società, sempre in accordo con l’Amministrazione Comunale – con la quale è in contatto costante – sta valutando in queste ore la possibilità di raggiungere l’obiettivo di sostituire 2/3 di tubazione in acciaio a Piano di Mommio entro ottobre, per un totale di 1 milione e 100mila euro di investimenti, ma già entro metà giugno GAIA vorrebbe aprire i cantieri per la sostituzione dei primi 1,5 km di tubazione, intervento da concludersi entro l’estate.

Nei prossimi giorni verranno diramate ulteriori comunicazioni in merito ferme restando quelle già date nelle settimane e nei mesi scorsi.

La torbidità, come noto da anni, è causata dalla presenza di vecchie tubazioni in acciaio non rivestito: l’ossido di ferro, ormai sedimentato sulle pareti interne delle tubazioni, si discioglie nell’acqua trasportata, dando luogo alla particolare colorazione rossastra. Gli esiti delle modellazione dell’intero acquedotto comunale, attualmente in corso, insieme alle analisi dei risultati di altri strumenti installati sulla rete come torbidimetri e misuratori di portata, indicheranno le priorità con le quali eseguire tutte le opere già programmate, che riguarderanno sia sostituzioni di tubazione per “stato di conservazione insufficiente” in varie località, sia interventi strutturali al funzionamento del sistema acquedottistico.

No comments