Aggredisce il compagno con morsi e coltellate, arrestata

0

PISTOIA – Nel pomeriggio del 13 agosto scorso il personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto S.P. di anni 29, originaria di Empoli, dando esecuzione a un’Ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal G.I.P. di Pistoia dottoressa Mele su richiesta del P.M. Dottor Giuseppe Grieco

Il 5 maggio la giovane donna era stata arrestata dagli uomini della Squadra Mobile in quanto si era resa responsabile del reato di tentato omicidio in danno del suo convivente che era stato colpito, tra l’altro, da una coltellata alla gola che aveva appena sfiorato la carotide. Dopo un breve periodo di detenzione carceraria la donna era stata sottoposta a misure meno afflittive da parte del Tribunale del riesame che aveva disposto gli obblighi di dimora e di presentazione alla P.G. nel comune di Empoli. Tali misure erano state ripetutamente violate in quanto poiché la donna, senza la preventiva autorizzazione dell’A.G. procedente, aveva più volte lasciato il comune di Empoli per fare ritorno a Pistoia ove peraltro si incontrava regolarmente con il suo compagno. Nella giornata del 12 agosto si verificava l’ennesima violenta aggressione posta in essere dall’indagata ai danni del compagno il quale veniva violentemente percosso, attinto da morsi e colpi di arma da taglio tanto da dover ricorrere nuovamente alle cure del locale pronto soccorso dove veniva medicato e giudicato guaribile in 10 giorni, salvo complicazioni.   Il personale della Squadra Mobile e delle Volanti si recava sul posto in cui era avvenuta l’aggressione, nella fattispecie una struttura ricettiva situata nel centro storico di questo capoluogo, procedendo al sequestro dell’arma con cui era stata portata l’aggressione e rappresentando tempestivamente quanto emerso alla competente A.G. che altrettanto tempestivamente emetteva la nuova misura in aggravamento di quelle attuali. La donna veniva rintracciata e tratta in arresto nel primo pomeriggio del 13 agosto e dopo le formalità di rito, tradotta presso la Casa Circondariale di Firenze Sollicciano.

No comments