Aggressione a Montecatini, parla il sindaco Bellandi: “Nei miei confronti una carneficina mediatica, se ci sono i termini farò denuncia”

0

MONTECATINI – ( di Letizia Tassinari ) – “Non sono amereggiato, di più”. Lo sfogo, dopo il caos in Assise, all’indomani del fatto di cronaca avvenuto a Montecatini, vittima un 18enne, picchiato e rapinato di un Rolex e di soldi, è del sindaco della cittadina termale, Giuseppe Bellandi, intervistato dalla nostra redazione.  “Al di là delle competenze del sindaco, in città mi conoscono tutti, ci ho sempre messo la faccia. Mi possono criticare, dirmi tutto, ho parlato con i cittadini, espresso la mia solidarietà scendendo in strada, prima del consiglio comunale, ma le offese no. Alla mamma del ragazzo ho dato la mia solidarietà. Poi, in consiglio comunale sono volate parole pesanti.  Sono stato aggredito, e sono rimasto male. Non ho paura, e non penso che qualcuno mi metta le mani addosso, ma si tratta di odio, generalizzato verso la sinistra, quello che si è scatenato contro di me anche su Facebook, da parte di una destra becera e cattiva. Un attacco vigliacco alle spalle, punto e basta”, queste le sue parole, cariche di rammarico. “Pensi – aggiunge –  che sono stato anche messo sotto protezione, per un’altra vicenda.  Io vengo da un mondo diverso, e questo mondo non mi appartiene. Il rispetto è dovuto. Non tanto a me quanto a tutta la città. Le indagini per risalire all’autore sono ancora in corso, e al vaglio degli inquirenti ci sono le immagini delle telecamere. Davanti a casa del ragazzo, che mi auguro si rimetta presto, non ci sono, ma ci sono nelle vie limitrofe. Voglio la verità, la Polizia sta lavorando. Chi ha sbagliato deve pagare”. “Quella che si è scatenata nei miei confronti è una carneficina mediatica, costruita appositamente per delegittimarmi (un pò come accaduto a Massarosa, con Franco Mungai, dopo il caso della violenza sessuale, al cui indirizzo, nella cittadina, sono comparsi murales con offese nei suoi confronti, ndr)  – conclude: “Se ci sono i termini, farò denuncia”. Intanto il Commissariato di Polizia di Montecatini sta proseguendo negli accertamenti, come confermato dalla stessa dirigente. Bocche cucite, tra gli investigatori, ma a quanto trapelato il caso starebbe per chiudersi.

No comments