Al fischio spunta lo spacciatore: preso. I clienti tutti, della Versilia, segnalati al Prefetto

0

LIDO DI CAMAIORE – I Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore hanno tratto in arresto Kimi Medi, 19enne del Marocco, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, incensurato, poiché ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nella circostanza i militari, a seguito di mirate indagini avviate anche grazie alle numerose segnalazioni pervenute dalla cittadinanza, hanno accertato che il giovane straniero, tra agosto e dicembre 2015, aveva allestito in località Magazzeno, nei pressi di un cavalcavia, una ricca e ben organizzata attività di spaccio. Durante l’attività investigativa, nel giro di pochi giorni, i Carabinieri hanno monitorato oltre 50 cessioni di hashish e cocaina, tutte vendute a clienti residenti in Versilia, per un giro d’affari stimato in circa 1500 euro. Il sistema di vendita era ormai ben consolidato, gli acquirenti si avvicinavano in macchina, moto o a bordo di bici al cavalcavia e dopo un semplice fischio sbucava il  cittadino marocchino che in pochi istanti consegnava le dosi richieste ritirando il denaro e ritornando rapidamente all’interno del proprio nascondiglio.
Tutte le prove raccolte dai Carabinieri a carico di Kimi Medi consentivano al GIP presso il Tribunale di Lucca di emettere nei suoi confronti un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere. Una volta ricevuto l’ordine di cattura i Carabinieri si ponevano alle ricerche del cittadino extracomunitario che veniva rintracciato dopo qualche giorno e quindi condotto presso la Casa Circondariale di Lucca ove dovrà rimanere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
Tutti gli acquirenti identificati durante le attività investigative saranno segnalati alla Prefettura di Lucca come consumatori di sostanze stupefacenti.

No comments