Al via il Caffè Chantant con Debora Caprioglio

MARINA DI PIETRASANTA – Le atmosfere promettono di essere quelle della Belle époque e proprio di quei Cafè Chantant tanto in voga nella Parigi del Settecento.

Con queste intenzioni la Fondazione Versiliana inaugura giovedì 6 luglio ( ore 21.30 )  un nuovo format di spettacolo nell’ambito del 38° Festival della Versiliana , chiamato appunto Caffè Chantant- nato da un’idea del direttore artistico Massimiliano Simoni che proporrà un ciclo di spettacoli  e intrattenimento in orario serale, proprio in quello spazio che nel pomeriggio è dedicato ai dibattiti.

Qui sarà possibile ritrovarsi, tra un aperitivo, un appetizer o una vera e propria cena a lume di candela per passare una serata e godersi uno spettacolo, un reading, o le performance dei comici e cabarettisti.

Protagonista di questo primo evento ( giovedì 6 luglio ore 21.30 – posto unico 12 Euro)  sarà Debora Caprioglio che insieme a Barbara Bovoli, Sara Adami, Maria Laura Caselli e Alessandra Fallucchi presenterà la figura di Lucrezia Borgia nello spettacolo “ Lucrezia Borgia – Parto per tre matrimoni” con la regia di Fausto Costantini e musiche a cura di Gabrele Neri e Ludovica Costantini.

La figura di Lucrezia Borgia ha assunto diverse sfumature nel corso dei periodi storici. Per una certa storiografia, soprattutto ottocentesca, i Borgia hanno finito per incarnare il simbolo della spietata politica machiavellica e la corruzione sessuale attribuita ai papi rinascimentali. La stessa reputazione di Lucrezia si offuscò in seguito all’accusa di incesto, rivolta da Giovanni Sforza alla famiglia della moglie, a cui si aggiunse in seguito la fama di avvelenatrice, dovuta in particolare alla tragedia omonima di Hugo , musicata in seguito da Donizetti: in questo modo la figura di Lucrezia Borgia venne associata a quella di Femme Fatale partecipe dei crimini commessi dalla propria famiglia.

La Quattro attrici Debora Caprioglio che insieme a Barbara Bovoli, Sara Adami, Maria Laura Caselli e Alessandra Fallucchi daranno corpo e voce a  una sola Lucrezia  che si racconta attraverso i vari matrimoni.

La passione, l’amore, le dicerie.. e la figura paterna, simbolo per tutti.. meno per lei, sono gli argomenti di fragilità che affiorano dove l’azione scenica si consuma.

Biglietti posto unico 12 euro info www.versilianafestival.it

Lascia un commento