Al via ieri pomeriggio il ciclo di conferenze dell’Istituto Storico Lucchese

0

SERAVEZZA – ( di Valentina Mozzoni ) – Al via, ieri pomeriggio, il XXXVII  Ciclo di Conferenze dell’Istituto Storico Lucchese – Sezione “Versilia Storica”- organizzato dal dottor Luigi Santini, presso la Sala “Romeo Salvatori” della Pro Loco di Seravezza. L’Istituto Storico Lucchese, come è noto,  si occupa di promuovere la ricerca sulla storia della nostra terra. Il primo dei quattro incontri in programma era condotto dal ricercatore, speleologo e alpinista Giancarlo Sani, grande appassionato di graffiti e incisioni rupestri, il quale ha finalmente deciso di mettere, nero su bianco, il frutto di sette anni di lunghe ricerche svolte sulle Alpi Apuane, sull’Appennino e sui rilievi montuosi minori della Toscana, di incisioni cronologicamente più o meno vicine a noi, che sono strettamente connesse, nella maggior parte dei casi, a quel mondo pastorale che ormai non esiste più e di cui si rischia di perdere ogni traccia. Durante la conferenza è stato proiettato anche un docu-film sui sopralluoghi fatti dagli studiosi nei siti dove si trovano questi enigmatici segni, eredità degli uomini del passato, con il loro carico di fascino e mistero. Il messaggio che gli addetti ai lavori hanno voluto trasmettere, è sicuramente quello della sensibilizzazione alla salvaguardia di questo enorme patrimonio storico che, nella maggior parte dei casi, viene lasciato alla più totale non curanza, messaggio raccolto con entusiasmo anche dal primo cittadino, Riccardo Tarabella, presente in sala, il quale si è espresso con favore in merito ad un eventuale collaborazione con coloro che si interesseranno di portare avanti un progetto di tutela di queste ricchezze. E’ stato anche rivolto un appello ai frequentatori abituali  della montagna: nel caso ci si trovasse ad aver scoperto tracce di un vecchio insediamento umano o di un’incisione rupestre, ci si può rivolgere al CAI – sezione “Terre Alte”, che provvederà a fare delle verifiche al fine di stabilire se si tratta di ritrovamenti rilevanti per la catalogazione.

I prossimi incontri previsti sono i seguenti:

Sabato 4 novembre, ore 17.00 – Anna Guidi – San Michele Grande Arcangelo: culti, culture e colure in Azzano e dintorni;

Sabato 18 novembre, ore 17.00 – Lodovico Gierut e Luigi Santini – Monumento ai Caduti di Seravezza di Cornelio Palmenrini 1929: storia, riflessioni e considerazioni;

Sabato 2 dicembre, ore 17.00 – Enrico Baldi – Tito Livio aveva ragione (Versilia Etruscorum Antequam Ligurum);

Parte del ciclo di conferenze è anche la visita guidata che si terrà, domenica 29 ottobre p.v., alla Fortezza delle Verrucole di San Romano in Garfagnana. Possono partecipare anche i non iscritti all’Istituto Storico e il ritrovo è al terminal dei bus a Pietrasanta, alle ore 8.00, il costo della gita è di € 50,00 e comprende il viaggio, l’ingresso alla Fortezza, la visita guidata e il pranzo con prodotti tipici locali, presso l’Osteria le Verrucose. Gli interessati possono comunicare la propria adesione entro il 25 ottobre p.v. al seguente numero nelle ore serali: 0584/792504.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: