“Studiare e formarsi in Toscana”: ha inizio la campagna della Regione

La scelta del percorso scolastico rappresenta una tappa fondamentale nella vita di un ragazzo o una ragazza perché quel percorso può influenzare il futuro non solo scolastico ma anche lavorativo.” Sostiene  l’assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione, Cristina Grieco.


La Regione Toscana ha ufficialmente dato il via alla campagna informativa “Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada giusta per te” dedicata all’orientamento scolastico e post diploma in vista dell’ormai prossima apertura delle iscrizioni alle scuole secondarie di primo e secondo grado, prevista dal 7 al 31 gennaio 2019.

Alla sua quarta edizione, la manifestazione fornisce a studenti e famiglie, le informazioni e gli stimoli  necessari per intraprendere un percorso di studi adeguato alla propria persona. Le vie comunicative per illuminare tale scelta sono varie , tra una pagina web regionale dedicata all’orientamento scolastico e post diploma e una brochure dedicata all’edizione 2019-20 presente sulla pagina web dedicata. Non di meno rilevanza il video promozionale “Studiare e formarsi in Toscana” presente anch’esso sulla pagina web regionale e su Youtube. I contenuti sono frutto di una collaborazione intersettoriale. Essi nascono dall’apporto fornito da diversi settori regionali con competenze distinte e differenti, dall’istruzione alla Formazione professionale, dalle Politiche giovanili all’Università, che hanno collaborato per la realizzazione di questo “prodotto” teso a veicolare contenuti conformi con un linguaggio accessibile a tutti.

A prescindere da ogni informazione digitale , l’importanza di visitare scuole e chiedere consigli, parlare con amici, fratelli o sorelle, cugini e genitori, confrontarsi con i professori per avere indicazioni e risposte a dubbi o domande , è alla base della scelta formativa. La Regione ha investito su tali pubblicazioni per dare un aiuto in più, concreto e costruttivo, all’orientamento.  Vi sono delle novità rispetto alle precedenti edizioni, come spiega l’assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione, Cristina Grieco : “Oltre al dovuto aggiornamento dell’offerta formativa, si danno informazioni in merito agli interventi per il diritto allo studio rivolte agli studenti meno abbienti e per il supporto alla frequenza di studenti con disabilità”