Ultime News

Alberto Pardini (FdI): «Nomine scorrette, il Sindaco chiarisca il ruolo della Menchini»

0

VIAREGGIO  – «In attesa di quella che sarà la legittima risposta dell’(ex) Amministrazione in merito alla sentenza del TAR della Toscana che annulla in toto le elezioni dello scorso anno, il buon senso e il rispetto delle Istituzioni dello Stato e della legge imporrebbero al Sindaco di non prendere alcuna iniziativa, invece Del Ghingaro, ad armadietti già svuotati, continua a prendere decisioni in merito a nomine e assegnazioni», ad affermarlo è il portavoce comunale di Fratelli d’Italia, Alberto Pardini.

«Non solo, formalmente la Giunta non è più in piedi e sostanzialmente è scorretto fare delle nomine di indirizzo politico a seguito di una sentenza immediatamente esecutiva, poiché tutti gli atti a titolo “discrezionale” (escludendo quindi l’OIV) posteriori  sono da considerarsi nulli – prosegue Pardini – quindi a che titolo Del Ghingaro dispone nomine in extremis quando il suo è  oggi, a seguito della sentenza, un mero ruolo di “funzionario di fatto”? Bisogno di garantirsi futuri appoggi? Anche fossero state fatte prima della sentenza poi, la loro pubblicazione odierna rimane scorretta».

«Chiedo inoltre al Sindaco di spiegare una volta per tutte alla città a che titolo Brunella Menchini invia i comunicati stampa a nome dell’Amministrazione e maneggia atti e documenti pubblici e forse anche riservati, quando la Mover ha confermato di non aver con lei alcun rapporto contrattuale e il Comune, stante lo stato di dissesto, non può assumere nessuno. E’ pagata per le sue prestazioni, e da chi? Addirittura da alcune foto sembra che le sia stata assegnata una scrivania con relativo computer in una stanza che divide con il vicepresidente della stessa Mover, Basili, che invece di stare in azienda sta in Comune, anche qui, a che titolo? E’ assicurata per il suo operato?».

«Chiedo che il Prefetto prenda provvedimenti urgenti in merito a questo comportamento disdicevole e arrogante del Sindaco, e nominare il Commissario» conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

“Leggo che alcuni esponenti politici continuano a distorcere la realtà in danno ad una corretta informazione ai propri concittadini e solo, ancora una volta, a fini strumentali, dicendo che non sono legittime le ultime nomine del sindaco – ribatte David Zappelli: “in realtà Giorgio Del Ghingaro gode ancora dei propri poteri amministrativi fino alla nomina del commissario, pertanto affermazioni di senso contrario tendono soltanto a creare ingiustificate preoccupazioni”. Ma amministrativisti, professori universitari, e prefetti affermano il contrario: il sindaco, dopo la sentenza, avrebbe solo poteri di ordinaria amministrazione.

No comments