Alberto Veronesi bissa a Palazzo Chigi il successo per il concerto omaggio a De Sanctis

ROMA – A Palazzo Chigi il Maestro Alberto Veronesi con il soprano Anna Maria Chiuri protagonisti del concerto di apertura dell’evento celebrativo del Bicentenario De Sanctis

Tante le autorità e personalità presenti tra cui il Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, Massimo Cacciari, Mario Tronti, Toni Servillo Corrado Augias che hanno a lungo applaudito l’omaggio che la Fondazione Festival Pucciniano, ha reso allo storico e letterato italiano.
 
Nell’ambito delle manifestazioni celebrative del Bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis (1817-2017) Palazzo Chigi ha ospitato l’incontro “De Sancits un’estetica europea” organizzato in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca.
 
In apertura dell’evento il concerto che ha visto protagonisti il Maestro Alberto Veronesi e il mezzosoprano Anna Maria Chiuri, in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Tante le autorità e personalità presenti tra cui il Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, Massimo Cacciari, Mario Tronti, Gianni Letta, Tony Servillo Corrado Augias che hanno a lungo applaudito l’omaggio che la Fondazione Festival Pucciniano, dopo il successo già riscosso alla Cerimonia svoltasi lo scorso marzo in Senato, ha reso allo storico della letteratura oltre che scrittore. Francesco De Sanctis. Un concerto che ha visto Veronesi e il Mezzosoprano Anna Maria Chiuri interpretare i Wesendonck-Lieder di Richard Wagner, un ciclo di cinque Lieder composti a Zurigo da Wagner negli anni 1857-1858 su altrettante poesie di Mathilde Wesendonck, amica ed ispiratrice del compositore tedesco a cui Francesco De Santics dava lezioni di italiano durante il soggiorno in Svizzera.

Lascia un commento