Massaciuccoli: “Salvare l’area lacustre si può, i soldi ci sono”

0

VERSILIA – “Salvare l’ area lacustre più grande della Toscana – il Lago di Massaciuccoli – si può ed i soldi ci sono. Per risolvere il grave deficit idrico e la salinizzazione abbiamo oramai assistito ad un raro esempio di inefficienza, difficilmente rimediabile senza un investimento molto pesante. Questo non significa, però, che non si possa intervenire, con somme di gran lunga inferiori ai 21 milioni di euro stanziati e ad oggi ancora disponibili, per frenare il degrado e per incentivare le presenze turistiche sul Lago”.

Lo afferma Alessia Brogi:

“Un progetto più modesto, messo a disposizione dell’Ente Parco da Nuova Civiltà Mediterranea e Le Nostre Radici, consentirebbe con una minima parte di quei soldi stanziati per il “tubone”, progetto mai condiviso dalla comunità scientifica e oramai inattuabile, di contrastare il degrado e valorizzare l’area. Un progetto che si propone di recuperare l’area palustre per conservare la superficie coperta di falasco che attualmente va ritirandosi, creando anche un’area per piantare e coltivare il falasco e le erbe palustri o utilizzare questa specie erbacea nella fitodepurazione; ricostruire le capanne in falasco ed i manufatti legati a questa pianta (materassi , scarpe impagliature etc..), simboli dei primi insediamenti abitativi e contemporaneamente la realizzazione di un museo all’aperto della civiltà contadina e lacustre; programmare escursioni in barchino, piccole crociere, birdwatching per godere delle meraviglie naturalistiche dell’area; completare il percorso ciclabile intorno a tutto il perimetro del Lago che attualmente raggiunge la sponda sud-ovest pur tuttavia non riuscendo a collegare la parte collinare a quella a ridosso del mare; recuperare e valorizzare la collezione ornitologica-tassidermica donata in passato dalla famiglia Gragnani di Torre del Lago Puccini al Comune di Viareggio; ristrutturare il fabbricato ubicato sulla penisola delle Torbiere (Torre del Lago Puccini) denominato “casa di Gemma” insistente sulla proprietà della Fondazione del Festival Puccini, per costituire un museo della cultura contadina e palustre”.
L’iniziativa è stata già illustrata da Alessia Brogi – segretario nazionale di Nuova Civiltà Mediterranea – alla presidenza del parco: “Non perdiamo altro tempo”

No comments

*

Assohotel, eletta la nuova presidenza

VERSILIA – “Non potevamo scegliere occasione migliore, quella del convegno regionale sul turismo, per la costituzione di Assohotel Versilia con l’elezione della nuova presidenza”. A ...