American Staffordshire Terrier maltrattati: vivevano tra rifiuti e escrementi, uno era senza cibo e acqua

0

FIRENZE – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ceppeto, in provincia di Firenze, a seguito di una segnalazione, hanno effettuato un accertamento in località Travalle, nel Comune di Calenzano per un presunto maltrattamento di animali. Nei pressi della ex cava di Macia un cittadino di nazionalità Rumena deteneva due cani di razza American Staffordshire Terrier e circa  35 volatili (piccioni) in condizioni incompatibili con la loro natura ed in ambiente fortemente degradato dalla presenza di rifiuti dispersi in un vasta area e strutture fatiscenti. In particolare uno dei cani era detenuto all’interno di un trasportino da auto, di dimensioni tali, da limitare fortemente la possibilità di deambulazione e non aveva a disposizione né cibo, né acqua. Così anche il secondo cane era detenuto in una struttura precaria, fatiscente, realizzata in legno e rete, dove erano presenti molte feci anche datate e in assenza di cibo ed acqua. Inoltre all’interno del box vi erano oggetti quali mattoni e pesi da palestra potenzialmente pericolosi per la salute dell’animale. Gli uccelli erano suddivisi in due gabbie di cui una di ridotte dimensioni contenente circa 15 piccioni in condizioni anguste e senza la possibilità di apertura completa delle ali essendo in numero eccessivo. In tale gabbia non vi era né acqua né cibo e sul fondo della gabbia erano visibili i resti dello scheletro di  2 piccioni morti. Il resto dei volatili erano detenuti all’interno di un’altra struttura utilizzata come “box” per il cane e separati dallo stesso mediante rete. All’interno di tale gabbia si trovavano circa 20 piccioni senza acqua né alimentazione e in un ambiente ricoperto da escrementi. Sul posto è stata rilevata la presenza di una struttura precaria, in legno, realizzata in area sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico in violazione alla normativa urbanistico edilizia e paesaggistica. Gli accertamenti sono stati condotti con l’ausilio della Polizia Municipale di Calenzano.
I cani sono stati sequestrati e consegnati al Servizio Veterinario dell’ASL, mentre per i piccioni sono state impartite precise disposizioni per ampliare lo spazio vitale.
Il cittadino rumeno è stato deferito all’Autorità.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: