Ancora controlli nelle zone “calde”: un arresto per evasione

VIAREGGIO – Durante gli ultimi giorni è stata eseguita dai Carabinieri una capillare attività di controllo su tutto il territorio del Comune di Viareggio.
In particolare sono stati passati al setaccio i luoghi più sensibili della città e sono stati eseguiti mirati controlli finalizzati a verificare il rispetto degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.
Proprio nel corso di tali verifiche, nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno tratto in arresto in flagranza di reato Abdellaoui El Arbi, nato in Marocco classe 1970, in Italia senza fissa dimora, di fatto domiciliato in Viareggio, nullafacente, pregiudicato, poiché ritenuto responsabile del reato di evasione.
Nella circostanza i militari monitoravano con attenzione 2 abitazioni confinanti presso le quali 4 cittadini originari del Marocco stanno scontando la misura degli arresti e della detenzione domiciliare a seguito di procedimenti penali che li vedono imputati o condannati per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel corso del controllo Abdellaoui El Arbi non veniva trovato all’interno della propria abitazione e nell’immediatezza i Carabinieri scoprivano che lo stesso, sfruttando un foro praticato nella recinzione esterna, si era recato nell’abitazione limitrofa ove altri cittadini stranieri stanno scontando una pena definitiva alla detenzione domiciliare.
Lo straniero veniva quindi rintracciato e condotto in caserma e, una volta terminate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza ove attende la celebrazione dell’udienza di convalida che avrà luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca.
Gli altri cittadini extracomunitari saranno invece segnalati al Giudice di Sorveglianza in quanto agli stessi è vietato intrattenere relazioni con altri soggetti.

Lascia un commento