Aperitivo sotto al monte Forato

0

STAZZEMA – Primo Aperitivo sotto il Forato venerdì 17 luglio alle ore 18,30 presso il Palazzo della Cultura in Cardoso dal tema “Il Risveglio dell’Umanità di Antonio Ciccone” con Cristina Acidini, Storico dell’Arte, Tiana Ciccone, Curatrice della mostra “In omaggio a Nerina Simi” e Maurizio Bertellotti, collezionista (e medico personale di Nerina Simi negli ultimi anni di vita), oltre l’artista Antonio Ciccone che sta animando lo spazio culturale per eccellenza del Comune di Stazzema con una sua personale. L’incontro con l’artista pugliese, che per anni ha vissuto in America ed oggi vive ed opera a Firenze dove venne in contatto con la scuola di Nerina Simi, sarà l’occasione per parlare di arte e dei Simi che con la loro scuola hanno dato lustro al territorio stazzemese. Questo appuntamento è il primo di una serie di tre incontri che si svolgeranno entro l’estate e che hanno come filo conduttore la valorizzazione del territorio di Stazzema, non solo come territorio del viver bene con i boschi ed il patrimonio ambientale, ma come luogo della cultura e dell’arte con gli importanti pittori che hanno animato la storia di questo territorio e con le sue bellezze artistiche.
Sabato 18 alle ore 18,00 verrà inaugurata presso la Casa del Berlingaio a Stazzema la mostra organizzata dalla omonima associazione e patrocinata dal Comune di Stazzema dedicata a Romano Cosci. Una collaborazione che ormai si sta consolidando lungo la direttrice comune della valorizzazione della grande tradizione artistica del territorio di Stazzema che vuole tornare ad avere un ruolo nel dibattito culturale che gli è appartenuto in passato e che ha lasciato dei segni tangibili nei toponimi, in tante e tante opere d’arte, nelle conversazioni artistiche che sarebbe interessante conoscere tra i vari Filadelfo Simi, Pietro Annigoni, Pea e i mille altri artisti che si nutrirono della bellezza di questi luoghi e la riportarono nella loro arte. Alla scuola fiorentina di Pietro Annigoni si è formato Romano Cosci, a cui è dedicata la personale stazzemese con 40 pezzi alcuni dei quali inediti provenienti dalla collezione di famiglia e di alcuni privati.
“In Versilia siamo spesso vittima di un sentimento di ammirazione verso le cose che vengono da fuori”, commentano il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona e l’assessore alle politiche culturali Serena Vincenti, “senza spesso apprezzare il fatto che artisti del calibro di Filadelfo Simi o Romano Cosci siano nati ed abbiano scelto questi luoghi per la loro attività. Qua vi è da secoli un richiamo per giovani emergenti che vogliono confrontarsi con un sistema artistico, un sistema di saperi e di esperienze uniche, un ambiente irripetibile come quello della Versilia. Diamo il via a questo appuntamento di Aperitivi sotto il Forato come un esperimento per quest’anno che struttureremo nel futuro. La cultura richiama la cultura e su di essa vogliamo investire per far crescere il territorio”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: