Acqua azzurra… acqua cara

0

MASSAROSA – Il Movimento 5 Stelle Massarosa ha realizzato un’accurata analisi del sistema “acqua” ed ha maturato alcune proposte su GAIA spa, presentate in due distinte Mozioni per il Consiglio Comunale tese a regolare le tariffe del servizio idrico integrato con proposte precise su “consumi e tariffe” e “gestione” della partecipata pubblica.

“Siamo partiti da due premesse semplici – fanno sapere i grillini -:  ridurre al minimo l’incidenza dei costi relativi ai servizi pubblici – dei quali il servizio idrico è parte – considerato il drammatico scenario socio-economico massarosese; ribadire che l’acqua è “un diritto umano universale e fondamentale” (Risoluzione ONU, 28 luglio 2010), ovvero un patrimonio pubblico e vitale da proteggere e rendere accessibile a tutti, mai accostabile al concetto di “merce”. E a tal proposito il Piano Ambientale ed Energetico Regionale toscano sostiene che “la priorità attribuita dalla legge all’uso idropotabile è funzionale anche a contenere i costi che i cittadini sopportano per il servizio idrico integrato: l’acqua ad uso potabile, a differenza di altri usi, non può essere considerata una “merce”, ma, al contrario, ne deve essere garantito l’accesso universale e al minor costo possibile”. La Regione Toscana ha la possibilità di stanziare risorse al fine di ottenere effetti calmieranti sulla tariffa del servizio e la Giunta Regionale può promuovere azioni volte ad assicurare sostegno finanziario alle società di gestione del servizio idrico integrato operanti in Toscana (Art 25 della Legge Regionale n. 69/2011, commi 1 e 2). Per contro in conformità alla normativa europea la tariffa del servizio idrico deve consentire il recupero integrale dei costi di esercizio e di investimento, compresi i costi finanziari. In breve se GAIA s.p.a spreca, paghiamo noi, se GAIA s.p.a spende, paghiamo noi e spesso i cittadini questo non lo sanno.  Con l’occasione siamo lieti di invitarvi all’incontro pubblico di domenica 8 febbraio, dalle ore 15, presso le stanze del teatro Guglielmi, in via Bastione 1, a Massa (MS), per parlare di GAIA S.p.A. – l’ente gestore del servizio idrico Toscana nord – dell’insostenibile caro bollette e più in generale del mondo dell’acqua. Presenti relatori di eccezione: Federica Daga, deputata del M5S (membro dell’VIII commissione Ambiente, Territorio e lavori pubblici della Camera), Rosanna Crocini e Rossella Michellotti, del Forum toscano dei movimenti per l’acqua e Daniele Ferrante, del comitato dalla parte del cittadino di Forte dei Marmi”.

No comments

*