Clandestini in confezione cinese, sequestro della ditta e denuncia per il titolare

0

PRATO – Questa mattina, con inizio alle 10 circa la “Squadra Interforze” ha effettuato un nuovo Servizio Straordinario in ambito cittadino, avente a oggetto una ditta di confezione gestita da cittadini cinesi, posta in zona centro. Complessivamente sono stati identificati 7 cittadini cinesi, dei quali 2 clandestini sul territorio nazionale, privi di qualsiasi documento impiegati in attività lavorativa e pertanto condotti in Questura per la necessaria prosecuzione dei dovuti accertamenti e comparazioni fotodattiloscopiche, ancora in corso. Gli ambienti produttivi della stireria, in precarie condizioni igienico sanitarie presentavano tipici abusi edilizi mediante l’allestimento di una struttura metallica a soppalco ove erano allocati piccoli ambienti dormitorio per gli operai, cosa che ha determinato il sequestro penale preventivo dell’immobile ospitante la ditta, motivato dall’evidente abusivo cambio di destinazione del locale da produttivo ad abitativo, con contestuale sequestro amministrativo delle 16 macchine professionali da lavoro ivi allestite. Il cinquantaquattrenne titolare cinese, è stata pertanto denunciato per reati in materia di abusivismo edilizio nonché per le fattispecie penali di favoreggiamento alla permanenza in Italia di immigrati clandestini e sfruttamento di manodopera irregolare. Specifiche attività di controllo sono state naturalmente compiute da tutti gli altri qualificati enti partecipanti al servizio, ciascuno per gli aspetti di propria specifica competenza, che produrranno risultati sanzionatori solo in un momento successivo.

No comments