“Le Torri di Fede”, debutta nella sua Pietrasanta l’attore Francesco Cortopassi

0

PIETRASANTA –  Debutta nella sua Pietrasanta l’attore Francesco Cortopassi. Nell’inconsueto scenario del Giardino della Lumaca, domenica 10 agosto, alle 21.30, proporrà il monologo “Le torri di fede”, tratto dal racconto dello scrittore londinese Philippe Ridley. Diretto e interpretato da Francesco Cortopassi, con musiche originali di Giovanni Briganti, il soggetto del monologo si chiama Lambert Stamp, un ragazzino di 11 anni che viene in contatto con una terribile testimonianza di Auschwitz e con il dolore della madre malata di depressione. Storie che si intrecciano e che fungono da catalizzatore di una trasformazione psicologica del ragazzo.  L’ingresso è libero.

Ma chi è Francesco Cortopassi? Nato nel 1982 a Firenze, viene dato in adozione ancora piccolissimo a cresce a Pietrasanta in una famiglia multirazziale e multiculturale con due genitori che avranno un’importante influenza su di lui, assecondando e nutrendo le sue prime curiosità artistiche. Dopo gli studi superiori, a diciannove anni, partecipa ad un provino per la compagnia di Graziella Pezzani e Giuliano Basilcò. Successivamente viene chiamato da Paolo Magelli per lavorare ad Animali nella nebbia. Nello stesso  anno lavora a Hit Science, programma per bambini prodotto da Raitre. Lavora in diversi programmi musicali  sul web, mentre la sua attività teatrale si divide tra Napoli, dove lavora con Nello Mascia, Armando Pugliese ed altri registri della tradizione campana, e la Toscana. Importante per la sua crescita artistica è l’incontro con il regista teatrale, drammaturgo e musicista Franco Rossi, con il quale svilupperà molteplici progetti, tra spettacoli di prosa e installazioni teatrali. Nel 2011 mette in scena la sua prima regia, Il sax di Dio, su testo di Stefano Benni. Il suo approccio alla recitazione è del tutto istintivo.

No comments

*