Papa Francesco sostiene la parrocchia pistoiese: “esempio di accoglienza e umanità”

Una lettera attesa da tempo quella inviata dal Vaticano a Don Massimo Biancalani, la quale spiega a chiare lettere l’interessamento del pontefice al caso Vicofaro, parrocchia pistoiese. Il parroco, attraverso la missiva, spiega come le istituzioni locali della città di Pistoia abbiano intrapreso numerosi controlli nei centri di accoglienza , sottolineando l’astio nei loro confronti, anche dallo stesso mondo cattolico.

La speranza è di un maggiore sostegno da parte di tutta la comunità. “Credo nella figura del Vescovo, e nella sua concreta possibilità di aiutarci soprattutto per le tante spese che stiamo affrontando per mettere a norma la parrocchia. – sostiene Don Biancalani- Ci sentiamo isolati in città , mentre siamo stimati dal resto della Toscana per la nostra esperienza. Voglio che si sappia che Papa Francesco è con noi, con i migranti di Vicofaro e Ramini.”
Un interscambio di botte e risposte di grande valore che Papa Francesco ha voluto condividere con la “Sezione Migranti e Rifugiati” del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale. L’invito del Vaticano è quello di proseguire in questo progetto con il sostegno, per competenza, della Conferenza episcopale italiana.