Asl Toscana centro, dirigente in arrivo dalle Marche: “Possibile che nessuno fosse all’altezza tra i 25 già presenti in azienda?”

0

TOSCANA – Sono 25, nella Asl Toscana Centro della Regione Toscana, gli operatori sanitari il cui profilo professionale è adatto per poter aspirare al ruolo di dirigente delle professioni infermieristiche. Ciò nonostante, quando all’inizio del mese si è trattato di conferire quell’incarico la direzione aziendale è andata a pescare dagli organici della Regione Marche, ottenendo il comando di un professionista da lì con durata di un anno, rinnovabile. Perché, se sulla carta il suo profilo è sovrapponibile a quello di altre 25 persone già in Asl? Vuol vederci chiaro, su questa faccenda, il Vicepresidente della Commissione sanità del Consiglio regionale Stefano Mugnai (che è anche capogruppo) e per questo ha depositato questa mattina un’interrogazione alla giunta regionale invitando le strutture competenti a rispondere in forma scritta.

In realtà la questione dovrebbe già essere all’attenzione dell’assessorato, già che la segnalazione del caso è stata trasmessa contemporaneamente sia in giunta che in Commissione sanità. Mugnai però va oltre, e chiede una risposta che rimanga agli atti: «L’Azienda USL Toscana Centro – scrive nel suo documento – ha disposto tramite delibera la necessità di  un dirigente infermieristico proveniente da fuori regione (Regione Marche). Il comando è iniziato […] il giorno 1 Dicembre 2016 per il periodo di un anno, rinnovabile. Il costo il costo relativo agli oneri del comando è stimato in € 5.583,90 mensili». A ben guardare però, considera Mugnai nell’interrogazione, «sarebbero  circa 25 i dirigenti inquadrati nel medesimo profilo presenti già in USL Toscana Centro». Per di più, «qualora ci siano posti a ruolo da ricoprire per la Dirigenza Infermieristica, questi devono essere prima sotto mobilità regionale e poi eventualmente a concorso al fine di permettere la partecipazione dei numerosi laureati magistrali toscani privilegiando così la trasparenza e la correttezza».

Per tutto ciò Mugnai esplicitamente domanda di conoscere «i motivi per i quali l’Asl Toscana Centro abbia attivato un comando da fuori regione», «se sia stato aperta una finestra di mobilità aziendale per quella figura» e «se in tutta la regione non siano presenti figure professionali con le caratteristiche richieste per ricoprire quel ruolo».

 

No comments