Assalto alla Coop, i ladri sfondano la vetrata con la ruspa

PISA – Non hanno usato mezze misure i banditi che la scorsa notte hanno preso d’assalto la Coop di Arena Metato usando la ruspa come ariete per sfondare la vetrata che custodisce la cassa continua.

Un colpo studiato nei minimi dettagli dai delinquenti che nei giorni precedenti devono aver passato al setaccio l’area con sopralluoghi finalizzati a mettere a punto il piano. Un mossa che ha permesso loro di avere l’intuizione: sfruttare il macchinario parcheggiato all’interno del cantiere aperto da tempo nei pressi del supermercato. Non hanno dovuto ingegnarsi più di tanto: l’attrezzatura ‘giusta’ era già a loro disposizione, è bastato soltanto organizzarsi per usarla. Così la prima cosa da fare, arrivato il momento – la banda ha aspettato la chiusura del punto commerciale e che i dipendenti chiudessero e si allontanassero per studiarne i movimenti e poi tornare a notte fonda – è stata rubare la ruspa dalla recinzione. Azionata si sono diretti verso il supermercato. L’obiettivo era chiaro: abbattere la parete a vetri per raggiungere la cassa continua. Un colpo dopo l’altro, sulla superficie si è disegnata una ragnatela.

Con un’ulteriore scarica, addirittura più violenta, dalla ragnatela si è passati ad un buco che ha portato l’intera superficie al collasso. Giù il vetro, provocando un fracasso che alle 4 di notte ha svegliato qualcuno. L’assalto ha fatto scattare immediatamente l’allarme, collegato con la centrale della vigilanza privata che ha mandato sul posto una delle sue macchine. Sebbene avessero capito di avere poco tempo a disposizione, i ladri hanno tentato di portare a termine l’operazione. Quindi con la pala della ruspa hanno sventrato la cassa continua e l’hanno caricata per portarla via, magari in un posto sicuro dove avrebbero avuto modo poi di aprirla con più calma.