EUGENIO GIANI – Presidente della Regione. Lui stesso si occupa in prima persona del bilancio, del personale, della cultura, dell’informazione, delle politiche per il mare, delle terme e dello sport.

STEFANIA SACCARDI – Vicepresidente della Regione Toscana e assessora all’agro-alimentare, alla caccia e alla pesca. A lei vanno le deleghe all’agricoltura, con il sostegno alle imprese e alle produzioni agricole e zootecniche, lo sviluppo rurale, le foreste, la caccia, pesca e agriturismo e le politiche per la montagna, Toscana diffusa: aree interne.

STEFANO BACCELLI – Assessore alle infrastrutture, trasporti e al governo del territorio. A lui vanno infatti le infrastrutture per la mobilità, la logistica, la viabilità e i trasporti, i rapporti con le società nazionali che operano nei settori della mobilità e dei trasporti, l’urbanistica e la pianificazione, il governo del territorio, la programmazione e il coordinamento per gli interventi di tutela e valorizzazione del paesaggio, la cartografia.

SIMONE BEZZINI – Assessore alla sanità e alla salute. Le sue deleghe riguardano la programmazione del Servizio Sanitario Regionale, l’organizzazione del SSR, la gestione e il monitoraggio del SSR, il diritto alla salute, le politiche per la promozione della salute, la prevenzione, la cura e la riabilitazione.

STEFANO CIUFFO – Assessore alla semplificazione, all’informatica, ai rapporti con gli enti locali e alla sicurezza. In particolare si occuperà di sistemi informativi e e-government, connettività per una Toscana diffusa, appalti e attività contrattuale, semplificazione, privacy, politiche istituzionali, politiche in favore degli enti locali, rapporti con gli enti locali, immigrazione, politiche per la sicurezza e cultura della legalità, partecipazione, coordinamento delle partecipazioni regionali sulle tematiche economico finanziarie.

LEONARDO MARRAS – Assessore con deleghe all’Economia, alle attività produttive, alle politiche del credito e al turismo. In particolare seguirà le politiche di sostegno economico a artigianato, Piccola e Media Impresa e industria, la promozione ed internazionalizzazione del sistema produttivo, l’imprenditoria giovanile e quella femminile, le politiche del credito, il turismo e l’industria alberghiera, il commercio, fiere e mercati.

MONIA MONNI – Assessora all’ambiente, all’economia circolare, alla difesa del suolo, ai lavori pubblici e alla Protezione Civile. La declaratoria che la riguarda prevede un lungo elenco di attribuzioni. Si tratta di transizione ecologica e sviluppo sostenibile, ciclo dei rifiuti, economia circolare, efficienza energetica e promozione delle fonti rinnovabili, contrasto e adattamento ai cambiamenti climatici, tutela dell’ambiente dall’inquinamento, bonifiche dei siti inquinati, parchi, aree protette e biodiversità, valutazione di impatto ambientale e valutazione ambientale strategica, autorizzazioni ambientali e energetiche, prevenzione del rischio sismico, difesa del suolo e servizio idrico integrato, servizio geologico, idrologico e politiche per contrastare l’erosione costiera, sicurezza delle miniere, protezione civile.

ALESSANDRA NARDINI – Assessore all’istruzione, formazione professionale, università e ricerca, impiego, relazioni internazionali e politiche di genere, curerà i rapporti con Università e centri di ricerca, la promozione e la ricerca scientifica, le politiche per l’alta formazione e per il Diritto allo Studio Universitario, l’innovazione e il trasferimento tecnologico, l’ istruzione, la formazione professionale, i centri per l’impiego, le crisi aziendali, le attività internazionali, la cultura della memoria, le iniziative contro la pena di morte e la promozione diritti umani, la tutela dei consumatori e degli utenti, l’attuazione della LR 63 del 2004 (contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), le pari opportunità e le azioni positive, il progetto ATI (un piano specifico per le donne).

SERENA SPINELLI – Assessora alle politiche sociali, all’edilizia residenziale pubblica e alla cooperazione internazionale. E’ chiamata ad occuparsi in particolare delle iniziative per il welfare regionale, delle marginalità sociali, del servizio civile regionale, dell’integrazione socio-sanitaria, terzo settore, delle politiche regionali per le questioni carcerarie, dell’edilizia residenziale pubblica e delle politiche per fronteggiare l’emergenza abitativa e gli sfratti e della cooperazione internazionale.