Ultime News

Attacco incendiario a Capriglia, l’Arci: “Indecente, non ci vengono in mente altre parole”

0

PIETRASANTA – “Indecente. Non ci vengono in mente altre parole per commentare quello successo la scorsa notte a Capriglia alla struttura che vedrà accolti una ventina di richiedenti asilo nella frazione pietrasantina. Nell’esprimere la piena solidarietà agli operatori del centro di accoglienza, alla cooperativa e agli abitanti del paese che si trovano invischiati in una storia di razzismo e xenofobia che pensavamo, sbagliando, anni luce lontani dalle nostre comunità. Un episodio sul quale, qualche politicante di turno, cerca di soffiare per alimentare una spirale di violenza senza fine. Il frutto malato di una politica intollerante cresciuto, in questi ultimi anni, nella “piccola Atene”, da sempre sinonimo di democrazia e bellezza”.

La nota arriva dall’Arci:

“Ricordiamo che il comune di Pietrasanta fu uno dei primi comuni versiliesi ad aderire allo SPRAR (sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati) che ha capofila la provincia di Lucca e che ARCI gestisce. Un’accoglienza fatta di integrazione e solidarietà con le popolazioni locali in un’idea di accoglienza diffusa, capillare sul territorio e basata su nuclei di piccole dimensioni. Un progetto, al quale nonostante le sparate populiste di qualche sindaco, il comune è ancora aderente. Lo stesso comune che si rifiutava, violando qualsiasi principio di solidarietà anche con gli altri enti locali, di rispondere alle richieste di accoglienza di richiedenti asilo che arrivavano dalla Prefettura. Speriamo e confidiamo che sia trattato un episodio isolato, in una notte buia e triste. Tutta l’ARCI, i suoi circoli e tutte le migliaia di soci del territorio pietrasantino, la sua storia, raccontano di una Pietrasanta diversa, ospitale e accogliente. Non dimentichiamolo”.

No comments