Autobus distrutti da un incendio: Cap Prato in aiuto di Copit

Nella notte tra sabato e domenica otto autobus sono andati distrutti in seguito a un incendio che si è sviluppato in un deposito della Copit a  Lamporecchio, ,in provincia di Pistoia. Momenti di panico per vicini,i quali, ignari dell’accaduto,sono stati richiamati, nel cuore della notte, dalle fiamme e dai boati provocati dallo scoppio degli pneumatici. Sul posto sono intervenute diverse squadre VF del comando di Pistoia e dei distaccamenti di Montecatini, Pescia ed Empoli.
Ancora in corso gli accertamenti tecnici sulle cause dell’incendio.

Secondo quanto emerso finora, potrebbe trattarsi di un rogo che avrebbe avuto origine accidentale e che potrebbe essere stato causato da un guasto a un mezzo e poi da qui, data anche la sosta ravvicinata, le fiamme si sarebbero propagate agli altri autobus.

In attesa delle verifiche del caso da parte della Questura, Cap si è offerta di aiutare Copit fornendo 6 propri mezzi per coprire la perdita e garantire il servizio nelle zone che sarebbero state maggiormente in sofferenza.

“Si tratta di un impegno straordinario da parte dell’azienda – spiega il Direttore Alberto Banci – che ha voluto aiutare una consorella con la quale condivide un territorio e ha sempre avuti ottimi rapporti. L’impegno dei nostri soci e dei nostri lavoratori è stato massimo per poter garantire lo spostamento di questi 6 autobus e offrire comunque ai viaggiatori di Prato e Pistoia un livello di servizio immutato”

L’impegno dell’azienda pratese ha permesso alla clientela di non avere disagi e di poter utilizzare il mezzo pubblico per i propri spostamenti, senza ritardi o soppressioni.