Baldini fuori dalla Lega? E’ mistero, tra un no comment e l’altro

0

VIAREGGIO – “Anche la Lega vorrebbe piazzare i propri candidati, ma nel frattempo ha espulso (in segreto, è successo lo scorso 24 luglio) uno dei possibili candidati, Massimiliano Baldini”.

Con due righe all’interno di un più ampio articolo sulle future elezioni politiche in Toscana, nell’edizione del 29 ottobre, il Corriere Fiorentino, inserto toscano del Corriere della Sera, ha squarciato il velo di silenzio su una notizia che a mezza bocca già girava negli ambienti politici e giornalistici locali ma che nessuno sembrava voler confermare.

E il muro di gomma continua anche oggi tra un “no comment” e l’altro.

Fonti anonime, e riservate, ma evidentemente confermate vista l’esposizione del noto quotidiano nazionale, raccontano di una deliberazione adottata dal Consiglio nazionale (regionale, ndr) della Lega Nord Toscana datata 24 luglio 2017 con cui si dispone la cancellazione di Massimiliano Baldini dai libri sociali del partito con atto “non appellabile”, a cui seguirebbe una mail informativa alla allora segretaria versiliese Maria Pacchini, oggi commissariata, e al responsabile enti locali Alfredo Trinchese, oggi commissario di zona, firmata dal Segretario nazionale (regionale, ndr) Manuel Vescovi con l’invito “a non coinvolgere il signor Baldini nelle attività del Movimento”.

Contattato dalla nostra redazione, Massimiliano Baldini ha preferito non commentare in alcun modo il fatto, mentre il commissario di zona, Alfredo Trinchese, ha preferito non esporsi, non confermando – ma nemmeno negando – l’esistenza di tale provvedimento. “Ho ricevuto la mail, che era riservata, per conoscenza – dice Trinchese alla nostra redazione -, ma il provvedimento, da quanto mi ha riferito Baldini, lo stesso non lo avrebbe ricevuto. Quando è arrivata la mail io non ero commissario e comunque, essendo la lettera riservata, non se ne doveva dare comunicazione. Non so chi l’abbia divulgata. Noi ne abbiamo solo preso atto dopo aver ricevuto la mail. Poi l’atto non è firmato (firma digitale, ndr)”.

Un mistero, quindi. Poi, cosa potrebbe aver causato la rottura tra Baldini, che ricordiamo rappresentare ancora in consiglio comunale la lista civica Movimento Cittadini Viareggio e Torre del Lago, e la Lega Nord? Senza dichiarazioni ufficiali possiamo solo basarci sulle parole dei soliti ben informati che raccontano di una contrapposizione tra Baldini con alcune segreterie provinciali e dirigenti leghisti. Di qui il provvedimento che in un modo o nell’altro, spariglia le carte sul tavolo della politica locale e che sicuramente avrà ripercussioni nel prossimo futuro.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: