Baldini e la Lega, il mistero sull’espulsione prosegue: “Mai reso edotto di alcun procedimento disciplinare”

VIAREGGIO – “Comunico al mio elettorato di riferimento ed ai tanti amici che mi sostengono da tempo anche su facebook che, in merito alle dichiarazioni rilasciate (e riportate da TgRegione.it) dal Sig. Filippo La Grassa della Lega Nord Toscana circa l’avvenuta cancellazione, in data 24 luglio 2017, del sottoscritto dai libri sociali del partito quale socio sostenitore dello stesso – notizia mai comunicatami formalmente nelle modalità e nei termini previsti dallo statuto di Lega Nord e della quale sono, a termini di legge, all’oscuro perchè mai reso edotto di alcuna contestazione, di alcun procedimento e tantomeno di alcuna motivazione attinente il sedicente provvedimento – intendo continuare, come ho fatto fino ad oggi, a non rilasciare dichiarazioni di ordine politico perchè così concordato, da tempo, con i vertici assoluti del partito”.

E’ lo stesso Massimiliano Baldini, oggi, a rispondere alla nota stampa del partito che invece conferma la sua cancellazione dai libri sociali della Lega Nord, con provvedimento disciplinare del 24 luglio scorso ( LEGGI ANCHE: Massimiliano Baldini fuori dalla Lega, la conferma dal partito: “Decisione inappellabile, ma potrà chiedere di essere riammesso” ). A confermare il provvedimento, giorni addietro, fu anche Manuel Vescovi, segretario regionale toscano. Il mistero prosegue?

“Ribadisco – conclude Baldini -, in questa giornata di grande successo per la Lega al Sud e per l’intero centrodestra italiano alle elezioni in Sicilia, il mio ottimo rapporto personale ed il mio sostegno a Matteo Salvini ed alla sua svolta nazionale che andavo auspicando da sempre”.

Lascia un commento