Baldini sulla nomina a consigliere delegato di Salemi: “O si sta da una parte o dall’altra, tertium non datur”

VIAREGGIO – “E’ evidente che sussiste una ontologica contraddizione fra l’esercizio del ruolo di Consiglieri di minoranza eletti da una parte politica distinta da quella che governa la città e qualsiasi tipo di delega che il Sindaco può affidare in rappresentanza della sua Amministrazione”.

Anche Massimiliano Baldini del Movimento Cittadini interviene sulla nomina di Rodolfo Salemi a consigliere coaidutore:

“In sostanza, per dirla in parole semplici, non si può sedere sui banchi dell’opposizione ed accettare incarichi dalla maggioranza che governa: o si sta da una parte o si sta dall’altra, “tertium non datur” !
Pertanto, alla luce di quanto sopra, il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini si associa alla richiesta, già avanzata da altre forze politiche, di rivedere urgentemente la distribuzione delle Commissioni Consiliari alla luce dei modificati assetti politici.
Rodolfo Salemi, dopo aver accettato l’incarico del Sindaco, non può sedere nei posti che spettano alle forze di minoranza perchè, in forza di quella delega, rappresenta la maggioranza”.

Lascia un commento