Bando Guide turistiche, Galletti (M5S): “Promesse disattese. Giani incontri le guide per porre rimedio”

“Nulla è stato fatto per porre rimedio ad un bando farraginoso e insufficiente a ristorare i danni sopportati dalle guide turistiche toscane durante il periodo di lockdown. Ad agosto avevo denunciato pubblicamente le carenze della frettolosa legge presentata da Eugenio Giani in accordo col centrodestra, chiedendo che venisse scongiurata l’ipotesi di un click day e che fosse garantito che i soldi messi a bando andassero unicamente agli operatori del turismo che effettivamente lavorano in Toscana. Tante le alzate di scudi da parte della politica in favore delle guide turistiche, ma le promesse elettorali, sì sa, le porta via il vento e tutto è rimasto tale. E oggi, giorno di apertura del bando, all’insufficienza legislativa si è aggiunta quella tecnica: il blocco del portale di “Sviluppo Toscana” per i troppi accessi in contemporanea, causa “affluenza straordinaria dovuta al Bando “Filiera Turismo”. Come volevasi dimostrare.”

“Eugenio Giani prenda atto che la campagna elettorale è finita, governare è ben altra cosa: accolga i rappresentanti delle guide turistiche ad un tavolo e cerchi di rimediare ad un bando che, quasi certamente, non porterà il dovuto ristoro ad una categoria di lavori dimenticati dalla politica.”

Così Irene Galletti, Consigliera Regionale del Movimento 5 Stelle in Toscana.