Beach Tennis, i Bad Players si fanno onore ai campionati nazionali a squadre

0

RIMINI – (di Alberto Pardini) – Si sono disputati nei giorni scorsi al Village Beach di Villa Verrucchio, a due passi da Rimini, le fasi finali dei campionati italiani di beach tennis a squadre che hanno visto ai nastri di partenza anche la società viareggina dei Bad Players, quinta nel 2015. I Bad, qualificatisi in qualità di campioni regionali – per il quarto anno consecutivo – non sono però riusciti a migliorare il risultato dello scorso anno complici le due sconfitte nel girone eliminatorio contro i campioni in carica della BTS Roma e la Lucrezia Beach (PU), e sono quindi finiti nel tabellone di consolazione, peraltro poi vinto dopo aver sconfitto le compagini di Salerno, Acate e Roma La Pinetina. L’altra squadra toscana, il CT Grosseto, è stato invece eliminata al primo turno del tabellone finale.

Quello raggiunto dai Bad è senza ombra di dubbio un risultato positivo anche e soprattutto alla luce del fatto che è stato raggiunto totalmente con giocatori appartenenti all’associazione e senza ricorrere al “prestito” dei vari campioni di categoria, prassi diffusa in queste competizioni. La squadra dei Bad, capitanata da Alberto Tommasi era composta da Marco Leonardi, Alessio Paolicchi, Andrea Stuto, Angelo Martinelli e dalle ragazze Giulia Ansani, Lucia Curielli e Federica Giuli.

Ad oggi è un bilancio positivo quello del 2016 per i Bad Players che insieme al titolo regionale a squadre, come detto in precedenza, hanno portato a casa diverse medaglie nei regionali singoli e di coppia ospitati lo scorso settembre dal bagno Arizona di Viareggio, e le due coppie campionesse italiane indoor e outdoor under 12. Ai risultati di squadra e individuali si unisce l’organizzazione dei campionati italiani assoluti lo scorso giugno e del torneo internazionale Memorial Federico Paris a luglio, peraltro secondo torneo di specialità al mondo per importanza nel 2015.

Alla luce di tutto i Bad Players possono ritenersi soddisfatti dei risultati sportivi ottenuti nel 2016, ma soprattutto guardare con ottimismo all’anno venturo e ai notevoli margini di miglioramento che si intravedono, con l’auspicio di poter continuare a crescere e portare con fierezza il nome della nostra città in Italia e nel mondo.

No comments